Sabato, 19 Ottobre, 2019

Francia, corsa all'Eliseo: scontri sul palco al comizio di Marine Le Pen

20170417_191911_ED2558B1 VIDEO Francia, scontri tra manifestanti anti Le Pen e polizia
Esposti Saturniano | 19 Aprile, 2017, 23:40

Scontri si sono verificati all'arrivo di Gilbert Collard, quando il deputato del Gard e esponente di spicco del Front National, è stato aggredito da un gruppo di manifestanti.

La Le Pen durante il comizio avverte: "La campagna presidenziale è praticamente finita, tra 6 giorni si vota: è giunta l'ora della scelta, una scelta storica, una scelta di civiltà". "Domenica - ha avvertito la candidata dell'estrema destra - la Francia rinasce o la Francia affonda". Anche lei è stata portata via dal servizio d'ordine. "Vengono a disturbare il comizio dell'unica donna che difende le donne" ha tuonato Marine Le Pen che poi ha promesso di voler difendere i "francesi che vogliono vivere come francesi". La candidata alle presidenziali ha infine annunciato l'intenzione di "sopprimeremo gli incredibili vantaggi fiscali accordati da Fillon al Qatar e all'Arabia Saudita". Infine ha anche detto di voler chiudere le moschee salafite, di voler espellere i jihadisti e di irrigidire il codice della nazionalità francese. Le Pen è stata costretta di nuovo a interrompere il suo discorso mentre l'attenzione dei media si rivolgeva all'attivista.

Il favoritissimo per le presidenziali di domenica 23 aprile ed in vista del secondo turno, che si svolgerà due settimane dopo, è Emmanuel Macron. Perché la forza di Macron è quella di riunire con grande carisma il pensiero delle nuove generazioni, giovani come lui, europeiste e post-nazionali. Il candidato dei Republicains, François Fillon, otterrebbe il 21% e Jean-Luc Melenchon di La France insoumise il 18%.

Lo accusano di essere, a 65 anni, quel che resta della vetero-sinistra anticapitalista, passatista, contraria alla globalizzazione e a Uber, quel mondo che prima del comizio al Parc des Expositions di Digione si scalda con le canzoni "tipo Bregovic" da concertone del Primo maggio.

Dopo aver vinto le primarie dello scorso novembre e aver tentato di riportare il Partito Socialista verso posizioni tradizionalmente più di sinistra, Hamon ha visto un deteriorarsi continuo della sua scalata verso l'Eliseo.

Altre Notizie