Martedì, 19 Novembre, 2019

Reddito d'inclusione, le novità: mini-guida in 3 punti

Def arriva reddito di inclusione per i poveri Pier Carlo Padoan e Paolo Gentiloni
Evangelisti Maggiorino | 14 Aprile, 2017, 14:09

Un intervento "che interesserà circa 2 milioni di persone, tra cui ci sono 7-800 mila minori che sono stati privilegiati perché prendersi cura dei minori significa attaccare alla radice la diseguaglianza, anche sul piano culturale".

I punti d'intesa raggiunti nel memorandum firmato a Palazzo Chigi dal premier Paolo Gentiloni e l'Alleanza contro le povertà riguardano i criteri per determinare l'accesso dei beneficiari della misura, i criteri per stabilire l'importo del beneficio, i meccanismi per evitare che si crei un disincentivo economico alla ricerca di occupazione, l'attivazione di una linea di finanziamento strutturale per i servizi alla persona, il finanziamento dei servizi, l'individuazione di una struttura nazionale permanente che affianchi le amministrazioni territoriali competenti, la definizione di un piano operativo per la realizzazione delle attività di monitoraggio continuo della misura e la definizione di forme di gestione associata della stessa.

Insieme a un generale riordino delle prestazioni assistenziali, il Reddito di Inclusione servirà ad aiutare ben 400mila famiglie che vertono in stato di povertà, per un totale di 1,8 milioni di persone. Il Rei si sostituirà al Sia, l'attuale Sostengo per l'Inclusione Attiva, e sarà definitivamente attuato in autunno.

Intanto, ecco tutto ciò che c'è da sapere sul nuovo Reddito di Inclusione a sostegno delle famiglie più povere.

In attesa della definitiva attuazione del REI, la richiesta va fatta utilizzando ancora il SIA sul quale comunque, è già stato attivato l'ampliamento a partire dalle prossime settimane.

In generale, avranno diritto al Rei anche le persone che vivono da sole, ma ad avere la priorità saranno le famiglie con minori, disabili, over 55 disoccupati e donne in gravidanza.

Il nuovo Reddito di Inclusione sarà dunque attivo tra pochi mesi.

Al momento, si pensa che il sussidio arriverà ad un massimo di 480 euro al mese: nel dettaglio, saranno erogati 80 euro per ogni componente del nucleo familiare, con limite massimo di 400 euro che, in via eccezionale, sarà esteso fino a 480 euro per le madri single con più di quattro figli a carico. Chiaramente, per ottenere il Rei dovranno essere stabiliti dei parametri che terranno conto del reddito e del patrimonio, vale a dire che i destinatari non dovranno superare la soglia che verrà stabilita. La misura è rivolta alle famiglie di italiani residenti ma anche a quelle degli stranieri con il permesso di lungo soggiorno.

Dal ministero spiegano che "il tratto innovativo della misura è che la condizione di bisogno non è identificata solo nel reddito".

Altre Notizie