Lunedi, 22 Luglio, 2019

Terremoto in serie A, 2 arresti per false cittadinanze

Terremoto in serie A, 2 arresti per false cittadinanze False cittadinanze, coinvolti calciatori
Esposti Saturniano | 09 Aprile, 2017, 12:33

Il malfatto consisteva nel far che 300 cittadini brasiliani ottenessero la cittadinanza italiana in virtu' dello ius sanguinis, senza pero' avere i requisiti previsti dalla legge e dietro compenso economico. Con questo sistema, inoltre, secondo l'ipotesi investigativa, si riusciva anche a soddisfare la quota fissa di giocatori italiani che la Figc ha imposto alle squadre, approvando uno specifico regolamento lo scorso anno.

Il responsabile dell'ufficio di Stato Civile di un Comune del Napoletano e il titolare di un'agenzia di pratiche amministrative di Terni sono accusati, a vario titolo, di corruzione, falsità ideologica e materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

In manette è finito il responsabile dell'ufficio di Stato civile di un Comune del Napoletano, Michele Di Maio, e il titolare di un'agenzia di pratiche amministrative, Luis Sonda.

Ecco l'elenco dei giocatori di calcio a cinque coinvolti nell'inchiesta sulle false cittadinanze. Figura anche il giovane talento del Monaco, squadra di Ligue 1 del campionato francese, Gabriel Boschilia, che sarà impegnato in Champions League per i quarti di finale contro il Borussia Dortmund. Nel Pescara (serie A), Sebastian Rosa Matias, nato a Buenos Aires il 18 settembre 1995. Nel Ferrentino (serie B) Giovanni Darelli, nato a San Paolo del Brasile il 27 agosto 1995. Al momento del tesseramento il calciatore godeva già dello status di cittadino italiano. E poi Silva Eduardo Henrique, dell'Atletico Mineiro (Serie A Brasile); Colcenti Antunes Eduardo e Ferrareis Gustavo Henrique dello Sporting Club Internacional (Serie A Brasile); Dos Reis Lazaroni Guilherme Henrique, del Red Bull (serie B Brasile) e Vancan Daniel, del Gil vicente FC (Serie B portoghese).

Altre Notizie