Martedì, 25 Giugno, 2019

Inps: nuovo sito online oggi, arriva il simulatore dell'Ape

Rivalutazione della pensione negata: che fare? Pensione, domanda per Ape volontaria, requisiti e come fare domanda
Esposti Saturniano | 06 Aprile, 2017, 00:55

Il servizio permette di: controllare i contributi che risultano versati in INPS e comunicare all'Istituto i periodi di contribuzione mancanti tramite la funzionalità di segnalazione contributiva; conoscere la data in cui si matura il diritto alla pensione di vecchiaia o anticipata; calcolare l'importo stimato della pensione "a moneta costante", cioè a prescindere dall'andamento dell'inflazione; ottenere una stima del rapporto fra la prima rata di pensione e l'ultimo stipendio (tasso di sostituzione);ipotizzare la sospensione del lavoro, inserendo la data in cui interrompere l'attività lavorativa;modificare la previsione del PIL futuro (+1,5% oppure +1% di incremento annuo nel medio-lungo termine) e il proprio andamento retributivo/reddituale annuale; scegliere il fondo su cui basare la simulazione.Il servizio consente inoltre di costruire la propria futura pensione confrontando diversi scenari ed effettuando delle simulazioni.

Per la riforma pensioni oggi non ci sono ancora novità rilevanti: decreti attuativi che tardano ad arrivare e che, secondo lo stesso Occhiodoro, sono tutt'altro che pronti, come invece affermato dal Ministro del Lavoro Poletti soltanto una settimana fa. Vediamo di seguito le ultime notizie sull'Opzione Donna per quanto riguarda le pensioni 2017, con la lettera dell'INPS nella quale sono illustrati chiaramente i criteri di assegnazione della possibilità di andare in pensione anticipata.

Il rinnovo del sito internet era ormai nell'aria da tempo, dal momento che il portale era datato e poco intuitivo.

Qualcosa finalmente sembra muoversi e se è stato ideato il calcolatore saranno anche state dettate le linee guida per l'Ape. La legge di Bilancio 2017 ha permesso l'estensione del diritto alle lavoratrici che entro il 31 dicembre 2015 non hanno maturato il requisito anagrafico (età) solo per effetto degli incrementi della speranza di vita (ma ha lasciato fermi questi incrementi ai fini della presentazione della domanda di pensione).

L'Inps ha così disposto un calcolatore sul suo sito ufficiale, in modo che il cittadino sia pienamente consapevole dei costi.

Può essere richiesta dai lavoratori dipendenti pubblici e privati, dai lavoratori autonomi e dagli iscritti alla Gestione Separata. "Tra questi i lavoratori e le lavoratrici che, al momento della pensione svolgono da almeno 6 anni in via continuativa professioni sanitarie infermieristiche ed ostetriche ospedaliere con lavoro organizzato in turni o assistenza personale di persone in condizioni di non autosufficienza". Il calcolo si basa sulla normativa in vigore e su tre elementi fondamentali: età, storia lavorativa e retribuzione/reddito.

Per sapere quando si andrà in pensione è però necessario avere il Pin, che deve essere richiesto all'Inps. Da ieri, è online il nuovo portale dell'istituto che punta a venire incontro alle esigenze degli utenti, anche quelli più inesperti.

Altre Notizie