Domenica, 21 Luglio, 2019

Caso Emiliano al Csm, tutto rinviato a dopo scelta segretario Pd

Pd:: Boccia, Emiliano ben oltre il 5% Castellammare - Congresso PD, Renzi domina nelle preferenze. Emiliano può strappare un delegato
Evangelisti Maggiorino | 05 Aprile, 2017, 04:08

A Emiliano, che non ha mai lasciato la toga:e da 13 anni è in aspettativa senza stipendio - come lui stesso ha ricordato in diverse occasioni - la Pprocura generale della Cassazione non contesta gli incarichi elettivi (Sindaco, Assessore e Governatore), ma i ruoli di segretario e presidente del Pd della Puglia, . Nessun commento sulla data, invece, dal suo difensore, il procuratore di Torino Armando Spataro. Spataro chiede e ottiene il rinvio dell'udienza.

"Sono il primo magistrato nella storia d'Italia a cui contestano l'iscrizione a un partito" ha detto qualche giorno fa Michele Emiliano, dicendosi tuttavia "fiducioso che il Csm saprà fare giustizia di un procedimento disciplinare che, guarda caso, è stato fissato proprio pochi giorni prima delle primarie". E dopo una breve camera di consiglio arriva il no della Sezione disciplinare: quelle testimonianze sono "irrilevanti" per la decisione che deve essere presa sul candidato alla segreteria del Pd. Tra i testimoni che Emiliano vuole convocare al Csm, il ministro Anna Finocchiaro, i sottosegretari Cosimo Ferri e Domenico Manzione, il senatore Felice Casson. Nel capoluogo pugliese si registra però una schiacciante vittoria del politico fiorentino (55%) contro il 38% circa dei votanti che ha preferito affidarsi a Emiliano.

Il caso Emiliano ha comunque una sua unicità e a rilevarla è il neo presidente dell'Anm, Eugenio Albamonte: "Finora - osserva - non avevamo avuto magistrati che avessero ambizione di guida politica di un partito".

Altre Notizie