Mercoledì, 21 Agosto, 2019

#ISTAT: La #Disoccupazione Scende all'11,5%, Quella Giovanile Cala Al 35,2% - @istat_it

20170403_100304_283F0140 LAVORO, A FEBBRAIO OCCUPAZIONE STABILE
Esposti Saturniano | 04 Aprile, 2017, 16:35

Il tasso di disoccupazione rilevato dall'Istat è sceso a febbraio all'11,5%, in calo di 0,3 punti percentuali rispetto a gennaio e di 0,2 punti rispetto a febbraio 2016.

A febbraio 2017 la stima degli occupati è stabile rispetto a gennaio, mantenendosi su livelli prossimi a quelli dei quattro mesi precedenti. Su anche l'occupazione per gli over 50 mentre scende per altre classi di età. La crescita riguarda sia i lavoratori dipendenti (+280 mila, di cui +178 mila a termine e +102 mila permanenti) sia in misura più contenuta gli indipendenti (+14 mila). Se si guarda al tasso di occupazione nella fascia dei più giovani risultano occupati il 16,4% del totale, dato stabile su gennaio e in aumento di 0,3 punti su febbraio 2016. Ed è equamente distribuita tra uomini (+144mila) e donne (+150mila).

Su base annua, a febbraio 2017 si conferma la tendenza all'aumento del numero degli occupati, più 1,3% pari a 294mila e forte incidenza a questo numero la dà l'aumento degli occupati ultracinquantenni soprattutto per effetto dell'aumento dell'età pensionabile. La stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni, invece, è in crescita dello 0.4%, cioè di 51mila unità.

Nell'arco di un anno il tasso di occupazione cresce in tutte le classi di età con variazioni comprese tra +0,3 punti percentuali per i 15-24enni anni e +1,7 punti per gli ultracinquantenni. A marzo, inaspettatamente, è cresciuto il numero di donne occupate e calato quello degli uomini. A parziale consolazione, nel trimestre dicembre-febbraio alla lieve crescita di occupati si accompagna un deciso calo dei disoccupati (-2,0%, pari a -61 mila) e un aumento degli inattivi meno pronunciato (+0,2%, pari a +27 mila).

Da notare che il calo dei disoccupati è avvenuto all'incirca in egual misura tra uomini e donne, ma tra i primi è stato dovuto alla crescita degli inattivi (in presenza di una flessione degli occupati), mentre tra le donne gli occupati sono saliti e gli inattivi sono scesi. Confcommercio, infine, sottolinea che "i dati provvisori sull'andamento del mercato del lavoro confermano il permanere di una situazione connotata da scarsa vivacità, evoluzione perfettamente in linea con un quadro congiunturale poco dinamico".

Altre Notizie