Sabato, 20 Luglio, 2019

Congresso Pd, Matteo Renzi ha raccolto il 66% dei voti

Antonio Rizzello Antonio Rizzello
Evangelisti Maggiorino | 04 Aprile, 2017, 08:36

Mancano ancora 48 ore alla fine del voto nei circoli (un tempo, per i democratici che provengono dalla famiglia comunista-diessina, erano le sezioni) ma la tendenza è ormai consolidata: Matteo Renzi ribalta i pronostici della vigilia, che lo davano arrancante tra gli iscritti e veleggiante nel mare aperto delle primarie tra gli elettori, attestandosi attorno al 69 per cento.

"Le assemblee in via di svolgimento nella nostra provincia sulle mozioni in campo rappresentano una importante occasione di incontro e di scambio di idee sul futuro del nostro Partito - afferma Rosario Bressi, rappresentante dell'Area Renzi in provincia di Catanzaro - i nostri iscritti si stanno confrontando serenamente sul percorso politico che il Pd deve imboccare per rafforzare la presenza sul territorio e come configurare l'imminente riorganizzazione".

"Renzi e' il candidato piu' votato in tutte le province, a La Spezia con il 61,23%, a Genova con il 63,33%, a Savona con il 76,34%, ad Imperia con il 63,21%".

Una vicenda che era stata anticipata con un frase dello stesso Ferrandelli che aveva parlato di 'vicenda sconfortante'.

Possono votare tutti coloro che hanno rinnovato o sottoscritto la tessera 2016 entro il 28 febbraio 2017. Se tutto rimarrà com'è, si tratterà quindi di un consolidamento della leadership di Renzi, osteggiato da una parte del partito ma molto apprezzato da quello che resta dei militanti e della base Pd. Si conferma dunque la notorietà del governatore della Puglia, che se dovesse superare in extremis il vaglio degli iscritti porterebbe a casa un risultato ben più alto ai gazebo del 30 aprile.

Altre Notizie