Domenica, 16 Giugno, 2019

Mandorlini: "Gasperini? Dobbiamo tornare a vincere al Ferraris"

Mandorlini all’epoca dell’Atalanta Mandorlini all’epoca dell’Atalanta
Cacciopini Corbiniano | 02 Aprile, 2017, 20:08

Per Gasperini la trasferta di Genova non sarà come tutte le altre: "Tornare in quello stadio sarà diverso per me". Con la maglia bianconera l'ultima gara giocata nell'ultima partita del campionato del 2014, quando nel secondo tempo di Juventus-Cagliari entrò al posto di Buffon. Queste sono situazioni sue e che dovete chiedere a lui. Simeone e compagni sono con il morale sotto i tacchi, sanno bene di non poter fallire ancora, ma non hanno motivazioni di classifica né sono nella condizione di poter riaccendere la passione dei propri tifosi dopo una stagione fallimentare che consta pure di due derby persi (su due) in campionato: non succedeva da oltre 60 anni.

Andrea Mandorlini sfoglia il prontuario dei moduli, più che la margherita.

Chi teme di più dell'Atalanta? "Dovremo essere bravi a contenerli e fare bene l'aspetto difensivo".

"Le rivincite sono importanti nel calcio". Ultimamente abbiamo proposto un po' meno per tanti motivi. Sarà una partita speciale come Gian Piero Gasperini, che quest'anno sta riuscendo ad ottenere a Bergamo grandi risultati come aveva fatto in passato con il Grifone: dunque domani con la sua Atalanta vorrà vincere per coltivare il sogno Europa, approfittando di un Genoa in difficoltà, che non dovrebbe rischiare la retrocessione ma di certo non se la passa benissimo.

Contro squadre come quelle di Gasperini meglio far diventare una partita "brutta"?

Se Izzo giocherà in mediana le chiederà più copertura oppure anche di fare il Mandorlini? "A me piacciono i giocatori universali e Armando è un giocatore che può ricoprire quel ruolo".

Altre Notizie