Mercoledì, 23 Ottobre, 2019

Brexit, divorzio Regno Unito-Unione europea al via: cosa succederà?

La Brexit è realtà, il 29 primo atto formale. L'alba di un nuovo mercato Brexit: Sarà Francoforte il Nuovo Centro Finanziario Europeo?
Evangelisti Maggiorino | 30 Marzo, 2017, 06:10

"L'Italia lavora affinché lo choc di Brexit sia l'occasione per un risveglio europeo - ha commentato Gentiloni - Dai momenti di difficoltà l'Unione può ritrovare le ragioni della propria identità e del proprio avvenire".

Solo il 29 marzo 2019 si potrà appore la firma che sancirò definitivamente l'uscita di scena del Regno di sua maestà dall'UE. Un momento storico, per il Regno Unito e per l'Europa, catturato nella fotografia che vi mostriamo.

E sulla Brexit la Scozia chiede l'Indipendenza, il Parlamento dice sì a un nuovo referendum, il parlamento scozzese ha votato in maggioranza a favore della richiesta di un referendum bis sulla secessione da Londra in risposta alla Brexit. Poi ci potrebbero essere anche problemi di carattere economico con il prosieguo del decadimento della sterlina inglese a vantaggio dell'Euro.

Il presidente del Parlamento Antonio Tajani e il coordinatore della Conferenza dei presidenti per la Brexit Guy Verhofstadt terranno una conferenza stampa intorno alle 17.15, dopo l'incontro dei leader dei gruppi politici ed il presidente, per una prima valutazione delle conseguenze dell'attivazione dell'articolo 50.

"Oggi incontrerò il ministro degli esteri britannico Boris Johnson e ribadirò quanto sia importante il fatto che centinaia di migliaia di italiani che vivono e lavorano a Londra siano tutelati dei loro diritti e abbiano la possibilità di godere dei benefici lavorativi nella stessa logica in cui paesi europei garantiscono tali benefici ai cittadini britannici".

Agenpress - Il 23 giugno 2016, la Gran Bretagna ha deciso l'uscita dall'Europa. Il nostro obiettivo è chiaro: "minimizzare i costi per i cittadini, le imprese e gli Stati membri dell'Ue". "Cosa posso aggiungere? Ci manchi già.". Come dire: dopo nove mesi dal referendum la Gran Bretagna ha partorito.

Inizia una settimana storica per la Gran Bretagna.

"La Brexit sarà dolorosa per i britannici". "È una scelta che obbliga l'Europa a progredire, senza dubbio con delle velocità differenti", ha invece detto il presidente francese Francois Hollande.

Da questo momento "non si torna più indietro" queste le parole della premier britannica Theresa May alla Camera dei Comuni la premier britannica nel Brexit day.

Altre Notizie