Sabato, 17 Novembre, 2018

L'Antritrust Ue proibisce fusione tra Borse Londra e Francoforte

L'Antritrust Ue proibisce fusione tra Borse Londra e Francoforte Unione di Deutsche Boerse e London Stock Exchange fermata dall'Antitrust
Esposti Saturniano | 30 Marzo, 2017, 03:57

Giunge nel giorno del Brexit il no della Commissione Europea alla prevista fusione tra la borsa tedesca, Deutsche Börse, e quella britannica, il London Stock Exchange Group. Il London Stock Exchange controlla anche la Borsa di Milano e la piattaforma sui titoli di Stato MTS. "L'economia europea dipende dal corretto funzionamento dei mercati". "L'indagine della Commissione - spiega una nota - ha concluso che la fusione porterebbe di fatto a un monopolio nei mercati di clearing sugli strumenti a reddito fisso" in cui le parti sono gli unici a fornire tali servizi. La fusione avrebbe messo assieme la clearing house Eurex, controllata dalla Borsa di Francoforte, con Lch.Clearnet e la Cassa di Compensazione e Garanzia di Roma. Secondo la Commissione europea, la fusione avrebbe avuto un impatto anche su altre fasi successive della contrattazione.

Il rifiuto da parte di Londra renderebbe la società risultante dalla fusione troppo dominante nei mercati finanziari, secondo le parole pronunciate dalla Vestager ai giornalisti a Bruxelles.

"La concentrazione fra Db e Lse - ha spiegato Vestager - avrebbe considerevolmente ridotto la concorrenza con la creazione di un monopolio in un settore chiave". Proprio oggi qui a Bruxelles l'ambasciatore britannico presso l'Unione Tim Barrow consegnerà al presidente del Consiglio europeo Donald Tusk la lettera con la quale il governo May aprirà ufficialmente le trattative di divorzio. Dato che le parti non sono riuscite a porre rimedi ai nostri rilievi sulla concorrenza - ha aggiunto la Vestager.

Più in generale, la scelta comunitaria non è stata facile, al di là degli aspetti antitrust. "Ecco perchè la Commissione ha deciso di proibire la fusione".

Altre Notizie