Domenica, 18 Agosto, 2019

Londra attacco al Parlamento: 5 morti, perquisizioni in corso a Birmingham

DANIEL LEAL-OLIVAS  AFP  Getty Images DANIEL LEAL-OLIVAS AFP Getty Images
Deangelis Cassiopea | 25 Marzo, 2017, 09:20

Potrebbero essere 12 i feriti colpiti durante l'attentato avvenuto oggi pomeriggio a Londra. Ieri sera centinaia di persone si sono raccolte nella vicina Trafalgar Square per una veglia guidata dal sindaco di Londra Sadiq Khan, che ha promesso che "i londinesi non saranno intimiditi dal terrorismo".In nottata il bilancio delle vittime si è aggravato, quando i familiari hanno deciso di staccare dalle macchine Leslie Rhodes, un 75enne di Streatham, sud di Londra. Il killer, anzitutto, sarebbe un imam di 42 anni, portavoce di un'organizzazione terroristica di matrice islamica e già noto alle forze dell'ordine. Una rischia ancora la vita. Per l'Isis, che ha rivendicato l'attacco terroristico, era un "soldato del Califfato", che "ha compiuto l'operazione in risposta alla chiamata di prendere come obiettivo i cittadini della coalizione". A quel punto, "due uomini in borghese armati di pistola gli hanno prima intimato di fermarsi poi gli hanno sparato due o tre colpi e lui è caduto a terra".

Nel frattempo è stato identificato l'attentatore di Westminster: si chiama Khalid Mansood. Un chiaro messaggio che a breve si sarebbe verificato un attacco. Gli agenti hanno eseguito tre arresti.

L'attentatore, cittadino britannico, è stato ucciso dalla polizia. A bordo di un Suv Hyundai quattro ruote motrici percorre a folle velocità il Westminster Bridge, che conduce verso il Parlamento, e investe decine di persone. Tra questi, 12 di nazionalità britannica, 3 francesi, 2 romeni, 4 sudcoreani, 1 tedesco, 1 cinese, 1 irlandese, 2 greci e 2 italiane, si tratta di una giovane bolognese e di una donna romana.

È ancora lontano il ritorno alla normalità in una Londra che resta sotto choc. E si ritorna a parlare di terrorismo. "Aveva qualcosa in mano, sembrava un bastone", così un testimone, Quentin Letts, ha descritto alla Bbc l'attacco al Parlamento di Londra. È intervenuta anche la ministra dell'Interno, Amber Rudd, che ha promesso: "Sconfiggeremo i terroristi", "lo abbiamo dimostrato stando assieme, andando al lavoro, occupandoci nei nostri normali affari". Sempre May aveva detto che si riteneva l'assalitore fosse stato ispirato da ideologia islamista. La polizia britannica ha detto che in passato aveva usato diverse identità. Mai condannato per terrorismo, Masood - noto alla polizia con diversi nomi - era finito nei radar dei servizi per contatti con terroristi islamici, precisano fonti di 'The Independent'.

Altre Notizie