Giovedi, 18 Luglio, 2019

Tangenti protesi, ortopedico Milano soldi e viaggi all'estero

Tangenti su protesi arrestato ortopedico ospedale Pini Milano La Prealpina - Quotidiano storico di Varese, Altomilanese e Vco.
Evangelisti Maggiorino | 23 Marzo, 2017, 15:13

Il professor Confalonieri, che compariva spesso in programmi televisivi e responsabile del Dipartimento di 'ortotraumatologia generale e chirurgie ortopediche specialistichè del Gaetano Pini di Milano, è stato posto agli arresti domiciliari.

Secondo l'accusa formulata dai pm Eugenio Fusco e Letizia Mannella, il medico avrebbe favorito le multinazionali Johnson & Johonson e Braun nella fornitura di protesi ortopediche all'ospedale Pini in cambio di tangenti.

Norberto Confalonieri, 64 anni, e' primario della Sruttura Complessa di Ortopedia e Traumatologia della Chirurgia della Mano del prestigioso Istituto Gaetano Pini e direttore del Pronto Soccorso Traumatologico.

"Una situazione - si legge in una nota della procura - in cui ha costantemente asservito la sua funzione agli interessi delle due società".

Il giudice per le indagini preliminari Teresa De Pascal, su richiesta dei pm, ha fatto eseguire anche cinque misure interdittive nei confronti del responsabile del Provveditorato dell'Ospedale di Sesto San Giovanni e di quattro dipendenti delle multinazionali coinvolte. E' quanto si legge in comunicato firmato dal procuratore di Milano Francesco Greco che da' notizia dell'arresto del medico, accusato di essere "al centro di una ramificata e consolidata rete di relazioni corruttive".

Per altri 4 indagati accusati di corruzione e turbativa, invece, è stata emessa la misura del "divieto temporaneo di esercitare le rispettive attività professionali e imprenditoriali nonché ogni altro ufficio direttivo delle persone giuridiche delle imprese" per un anno.

A legare il primario e le società sarebbero stati i rapporti, strettamente personali, che Confalonieri avrebbe avuto con alcuni dipendenti di "Johnson & Johnson" e "B".

Il medico è stato arrestato e messo ai domiciliari per corruzione e turbativa d'asta dalla Guardia di Finanza. Le misure interdittive sono state emesse, in particolare, nei confronti di Natalia Barberis e Stefania Feroleto, rispettivamente agente di commercio e dipendente della 'DePuy Orthopeadics' in Johnson&Johnson Medical spa.

Altre Notizie