Sabato, 21 Settembre, 2019

Crollo ponte A14: aperto un fascicolo. L'accusa è di omicidio colposo plurimo

Evangelisti Maggiorino | 11 Marzo, 2017, 11:04

Si parla di due morti e due feriti a seguito del crollo del cavalcavia che ha ceduto in A14 all'altezza di Camerano, tra Loreto e Ancona Sud.

Secondo Autostrade per l'Italia "è andata in crisi la struttura dell'insieme dei sostegni provvisori del ponte, per motivi da accertare". Al momento il tratto interessato è chiuso in entrambe le direzioni.

Nel cedimento del cavalcavia sono rimasti feriti tre operai della Delabech di Roma, l'azienda a cui la controllata Pavimental di Autostrade SpA aveva appaltato i lavori di manutenzione. Il cantiere, dice la società, "era stato avviato il 7 febbraio e si sarebbe dovuto concludere, per quanto riguarda le attività sulle pile finalizzate all'innalzamento del cavalcavia, il 31 marzo".

L'incidente ricorda quello avvenuto a ottobre in Brianza, quando un cavalavia era crollato sotto il peso di un Tir, precipitato sulle auto che stavano passando sulla provinciale sottostante. Sull'arteria autostradale per altro, c'erano lavori in corso per ampliare a tre corsie quel tratto di A14 compreso fra Ancora Sud e Loreto. Il punto centrale dell'inchiesta è ora stabilire il tempo intercorso tra il sollevamento e il crollo, come hanno detto ieri il procuratore capo di Ancona Elisabetta Melotti e il pm Irene Bilotta.

"Me lo sono trovato davanti caduto, all'improvviso".

Paralleli alle indagini della procura, vanno avanti gli accertamenti del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: Graziano Delrio ha nominato una commissione di esperti del dicastero per far luce sulle cause del disastro.

Si procede per omicidio colposo plurimo a carico di ignoti. In primo luogo abbiamo firma della macchine ferme - racconta all'ANSA -, inoltre un macchina schiacciato e abbiamo capito cosa azione avventura. E' successo tutto di colpo'.

Altre Notizie