Giovedi, 13 Agosto, 2020

Moratti contro Buffon: 'L'Inter si è lamentata giustamente'

Inter tra i meriti di Pioli il recupero di un investimento da top player Moratti contro Buffon: 'L'Inter si è lamentata giustamente'
Cacciopini Corbiniano | 10 Marzo, 2017, 10:46

Conte e Simeone? Quando hai un allenatore che sta andando abbastanza bene, perché rovinare la festa?": "lo dice l'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti a Telelombardia. E' stato un premio meraviglioso per dei ragazzi che hanno faticato tanto, che arrivavano dalla delusione di Torino. "E' stata una sofferenza fuori da ogni logica ma infine una gioia e non un dramma".

RONALDO-MESSI - "E' stato più difficile prendere Ronaldo o sarà più difficile prendere Messi?".

Sul vedere Messi all'Inter, come Ronaldo in passato: "L'acquisto di Ronaldo non fu difficile perché nessuno si aspettava lo prendessimo e non c'era concorrenza".

Sul Triplete: "Meraviglioso, il ricordo più bello, anche se nelle altre stagioni non è che abbiamo avuto cattivi ricordi".

Diversamente dalla squadra francese, ai nerazzurri nel 2010 riuscì l'impresa di limitare i danni al Camp Nou: "Noi eravamo in 10 dopo pochi minuti - ha ricordato Moratti - e sotto un certo profilo la partita di ieri mi ha fatto capire quanto eravamo forti". Grazie anche a Mourinho, un grandissimo professionista con un tocco di genio. "E' stato un momento drammatico per il Paris Saint-Germain, fantastico per il Barcellona, questo è ciò che ti fa innamorare del calcio".

Su Herrera: "Mago, ha anticipato il calcio di 30 anni". "Veniva da una situazione talmente stonata, ha fatto una scelta coraggiosa ma intelligente". Moratti ha elogiato Pioli:"È bravissimo, ora deve superare il problema dei big match ma ne avrà a disposizione tanti altri per dimostrarlo". "La spiegazione è che i nostri erano convinti di avere la partita in tasca dall'inizio e invece così non era. - ha sostenuto Moratti - Gli avversari erano seri e quindi è andata male. Cominciamo a raccogliere quanto di bene sta facendo, poi a fine anno si deciderà". "Juve a parte, Roma e Napoli hanno dimostrato di essere molto forti anche nei duelli contro di noi. - ha affermato - Non ci sono grandi speranze, ma dopo Barcellona-PSG tutto è possibile". Antonio Conte e Diego Simeone?

Sull'attuale proprietà: "Sono bravi, hanno grande volontà e hanno obiettivi oltre a grandi disponibilità".

Altre Notizie