Sabato, 17 Novembre, 2018

Juventus, Allegri: "Mio futuro non è importante"

Juventus, Allegri: Juventus, Allegri: "Mio futuro non è importante"
Cacciopini Corbiniano | 04 Marzo, 2017, 16:35

Ci saranno un po' di rientri e davanti giocano gli stessi. L'anno scorso a marzo ho incontrato il presidente e ho detto che rimanevo - spiega l'allenatore bianconero -.

"Il mio futuro? In questo momento non frega a nessuno". Ai tifosi juventini interessa quello che fa la squadra e quello che può vincere la squadra.

A pochi minuti da Roma-Napoli, a 24 ore da Udinese-Juve, arriva la conferenza stampa di Max Allegri. Stiamo giocando per esaltare le caratteristiche di tutti e ho grande disponibilità perché anche quando la squadra non è in possesso palla cerca di sacrificarsi per recuperarla e alla fine la differenza la fa sempre l'atteggiamento; è normale che più giocatori bravi ci sono più è facile che la squadra giochi bene. Per noi quella con l'Udinese è la partita forse più complicata delle quattro che ci separano dalla sosta.

HIGUAIN - "Domani gioca, la prossima non lo so". Noi siamo sempre sereni, ma domani ci aspetta una gara difficile, molto fisica con una squadra che nelle difficoltà riesce sempre a tirare fuori il meglio.

Pjanic ha affermato che i suoi miglioramenti sono merito di Allegri, l'allenatore spiega: "Per me gli obiettivi sono due: i risultati della squadra ed il miglioramento dei giocatori". Ma, sia chiaro, ho un contratto fino al 2018 e alla Juventus sto bene - ha concluso Allegri -. Momento importante, che va vissuto senza pensare troppo a cosa farò io l'anno prossimo. La Roma può arrivare a 95 punti, non possiamo pensare a delle battute d'arresto. Domani il dubbio è tra lui e Chiellini. Nessuno dopo Lippi ha mai allenato la Juve per 3 anni? E' un caso ma sarebbe bello non pareggiare fino alla fine, vorrebbe dire vincere.

"Il mio futuro? Con la società c'è totale sintonia, ora dobbiamo solamente rimanere concentrati sugli obiettivi". Tanti dei calciatori in rosa sono migliorati, quello che conta più del modulo sono proprio gli uomini. "Settimo Scudetto? Non ho pensato a pianificare il futuro, non posso pensare alle motivazioni dell'anno prossimo, devo pensare a quelle da mettere in campo domani con l'Udinese".

Altre Notizie