Martedì, 21 Gennaio, 2020

Trump contro la stampa. Cacciata la Cnn dal breafing alla casa bianca

Evangelisti Maggiorino | 28 Febbraio, 2017, 01:49

"Non vinciamo mai - ha denunciato Trump - E non combattiamo per vincere". Si tratta di una serata bipartisan alla quale sono invitati i 50 governatori degli stati Usa, due terzi dei quali repubblicani dopo le ultime elezioni. Trump ha bandito i principali media dalla conferenza alla Casa Bianca, colpevoli di creare un clima contro la sua amministrazione distorcendo le notizie e fornendo titoli e articoli fuorvianti. "La nostra collettivita' ci rafforza mentre collaboriamo oltre le linee di partito per rendere il nostro Paese grande per tutti gli americani", prosegue la Casa Bianca. "Non ci sono altre scelte".

"Il presidente Trump pensa che il muro sia più importante dei giochi dei bambini, ma per noi bambini è più importante giocare". Ad annunciarlo un funzionario della Casa Bianca, dell'ufficio per la gestione e il budget.

In risposta alle proteste della stampa, Trump ha deciso di disertare la tradizionale cena organizzata dall'Associazione. La prima a reagire, con ironia, era stata proprio la Hidalgo che su Twitter si mostrò in foto in compagnia di Topolino e Minnie: "A Donald e al suo amico Jim, dalla Tour Eiffel elogiamo lo spirito di apertura e il dinamismo di Parigi con Topolino e Minnie". Auguri a tutti, e buon divertimento. Fareed Zakaria, influente studioso ed giornalista americano, ha osservato che le democrazie illiberali - citando in particolare Russia e Turchia - attaccano la Stampa e la Magistratura. Finché non si conosceranno i costi per la riforma, però, il presidente ha fatto sapere che non potrà procedere con il taglio delle tasse.

Altre Notizie