Martedì, 11 Agosto, 2020

Leicester, anche De Boer rifiuta la panchina

Calcio		
		Fine di una favola. Il Leicester esonera Ranieri Calcio Fine di una favola. Il Leicester esonera Ranieri
Cacciopini Corbiniano | 27 Febbraio, 2017, 16:41

Sì, perché l'innominabile Vichai Srivaddhanaprabha ha deciso che è davvero tutta colpa di Ranieri. Nel calcio i meriti sono dei calciatori quando le cose vanno bene, se vanno storte l'unico colpevole è l'allenatore. Avrebbero dovuto tenere Ranieri checonosce la squadra. Ma tanta, tanta freddezza. A vincere il campionato più ricco di tutti lo scorso anno era stata una squadra di gregari di provincia, promossa nella massima serie nel 2014 e salvatasi per miracolo l'anno successivo.

L'allenatore, una volta che inizia la stagione, deve metterci la faccia, e mancava ancora qualcosa perché le cose andassero bene. Grazie a Paolo e a Andrea (Benetti e Azzalin, vice e preparatore atletico) che mi hanno accompagnato in questo viaggio meraviglioso.

Leicester, Ranieri sorride lo stesso. "Questo è il nuovo calcio.". "Continua a sorridere amico, hai fatto la storia e nessuno la potrà cancellare". "Voglio ringraziare il club, i miei giocatori e soprattutto i tifosi e la città che sono stati fantastici". Il giorno dopo aver perso la corona, King Claudio si ritrova a fare i conti con la fine di un sogno: "Dopo l'euforia della scorsa stagione e dopo esserci laureati campioni della Premier League - scrive in una nota - tutto ciò che sognavo era restare con il Leicester, il club che amo, per sempre".

L'esonero di Ranieri è la notizia del giorno.

Roberto Mancini ha detto no al Leicester dopo l'esonero di Claudio Ranieri. Su tutti, l'ex nemico José Mourinho. "Rimarrà nella storia del Leicester, nella memoria dei tifosi del Leicester e degli amanti del calcio". Si sapeva che sarebbe stato impensabile ripetersi, ma da qui a passare dagli allori del titolo vinto pochi mesi, dal riconoscimento attribuito solo pochi giorni fa a Ranieri come tecnico dell'anno in tutto il mondo, alla lotta per non retrocedere e all'esonero ce ne correva. "Sono stati momenti pieni di meraviglia e gioia che non scorderò mai, è stato un piacere e un onore essere un Campione con tutti voi".

La favola del Leicester potrebbe chiudersi nel peggiore dei modi.

Solidarietà anche dai colleghi italiani. "La stagione di maggior successo della storia del Leicester. Tuttavia, i risultati nazionali nella stagione in corso hanno messo a rischio la permanenza del club in Premier League, e la dirigenza, a malincuore, ritiene che un cambio di leadership, anche se doloroso, e' necessario per il club". Il portoghese ha anche sfoggiato in seguito una maglietta con le iniziali del tecnico silurato. È la cosa principale.

Altre Notizie