Lunedi, 25 Gennaio, 2021

Juve, Allegri piace alle big d'Europa: su di lui Arsenal e Barça

Cacciopini Corbiniano | 27 Febbraio, 2017, 14:49

Non conta il Napoli ma anche la Roma che può vincere, pensiamo a noi, per vincere lo scudetto, un passato alla volta. Bonucci paga per il suo gesto, ma anche per tutti quelli che, dalla sconfitta a Doha in Supercoppa hanno visto protagonisti i suoi compagni di squadra.

Riguardo alla corsa scudetto, a Premium Sport Allegri abbandona la solita diplomazia, e "tifa" inter per domani: "Speriamo che la Roma non vinca". Non abbiamo vinto ancora niente, un passettino alla volta, i ragazzi sono stati bravi adesso abbiamo martedì, un passettino alla volta senza pensare a quello che succede tra un mese.

Prosegue Max Allegri analizzando la gara e commentando il turnover: "Giocare contro l'Empoli non è mai semplice, è una squadra che fa girare parecchio il pallone, e nel primo tempo, nonostante buone occasioni, non siamo riusciti a sbloccarla". Sono contento. Ancora non abbiamo vinto nulla, bisogna stare con i piedi per terra e lavorare. "Il Napoli avendo perso sarà molto arrabbiato in vista del match di Coppa Italia contro la Juve". Tra l'altro noi dobbiamo ancora affrontare la Roma e sarà un modo per studiarla.

Infine l'analisi dei singoli, a partire, manco a dirlo, da Bonucci: "I cori per Leo nel riscaldamento?"

Se Allegri ha minacciato le dimissioni, nel caso in cui Bonucci non fosse stato colpito da una punizione esemplare, è perché ha qualcosa in mano: così hanno pensato in molti. In un gruppo straordinario e responsabile è difficile che queste cose portino situazioni negative. "Leo ha dato uno scossone, ora ho cinque centrali straordinari, devo farne riposare alcuni". E' giovane, va fatto crescere piano piano e ho preferito portarlo in panchina.

Altre Notizie