Mercoledì, 23 Ottobre, 2019

Porto-Juventus, Allegri ha deciso: è 4-2-3-1 con una esclusione eccellente

Cacciopini Corbiniano | 24 Febbraio, 2017, 15:27

Vince e mette una serissima ipoteca sul passaggio ai quarti di Champions League la Juventus, che al 'Do Dragao' di Oporto batte 2-0 i lusitani. A mettere pepe al match ci pensa Alex Telles che nel giro di pochi minuti a metà frazione si fa espellere, per due fallacci, uno su Cuadrado e uno su Lichsteiner. A centrocampo fiducia a Danilo, Herrera e Óliver Torres.

Chiellini 6,5: in assenza di Bonucci doveva essere lui il leader della difesa e non ha mancato la chiamata, partita molto ordinata e di personalità. Allegri si è ormai legato al nuovo modulo, il 4-2-3-1 che sta portando i bianconeri altrettanti successi rispetto allo schieramento tattico del passato; a difendere la porta della Juve ci sarà come di consueto Buffon, con la linea a quattro difensiva che sarà orfana di Chiellini e Barzagli, al posto dei quali agiranno Rugani e Benatia, con Lichtsteiner e Alex Sandro sulle fasce. Attacco composto da Cuadrado, Dybala e Mandzukic alle spalle di Higuain.

La Juventus affronta la gara con grande personalità, detenendo il possesso del pallone. Al 60′ si desta anche El Pipita, bello il suo destro a girare che si perde di poco sul fondo.

La partita del Porto è stata condizionata dall'espulsione per doppia ammonizione di Alex Telles al 27′ minuto.

Espirito Santo sceglie di sacrificare il gioiellino André Silva, inserendo Layun sulla fascia sinistra e lasciando Soares unica punta. L'occasione migliore capita però sui piedi di Dybala sul finire del tempo: l'argentino scaglia un sinistro velenoso, ma stavolta è il palo a dire di no. Si va al riposo con il risultato inchiodato sullo 0-0.

All'inzio del secondo tempo Dybala riesce a segnare, ma l'arbitro fischia un fuorigioco che probabilmente non c'era. Il caso che sembrava essersi chiuso con una multa, peraltro mai confermata dalla società, si è definito oggi, con l'annuncio del tecnico a 24 ore dal match con i portoghesi: "Domani va in tribuna". Allegri ha fatto entrare Dani Alves per Lichtsteiner. Il croato, in particolare, sembra veramente on fire e diventa costantemente un pericolo per la difesa dei dragoes. "Incontro un amico, un avversario che ho stimato e stimo tantissimo, che ha avuto la forza di rimettersi in discussione, di fare una scelta, diciamo scomoda. Questa è una domanda per Allegri, io lavoro e spero di giocare il più possibile in futuro".

Altre Notizie