Venerdì, 25 Mag, 2018

Gabigol s'è desto: entra e firma il colpo dell'Inter a Bologna

Inter il surreale inverno di Gabigol un incontro ha spiazzato tutti i retroscena Inter il surreale inverno di Gabigol un incontro ha spiazzato tutti i retroscena
Cacciopini Corbiniano | 19 Febbraio, 2017, 19:23

Dopo tanto inseguire e tanto annaspare tanta panchina e tribuna e fiducia concessa a spezzoni prima da De Boer e poi da Pioli, Gabriel Barbosa ce l'ha fatta: entrato da sette minuti Gabigol ha regalato e si è regalato la prima gioia da nerazzurro consentendo alla sua squadra di centrare una vittoria fondamentale nella rincorsa all'Europa che conta. La partita si decide con i cambi, con gli ingressi di Ansaldi per Murillo e Gabigol per Candreva.

Ritmi compassati, primo tempo molto tattico e abbastanza noioso. L'Inter, priva di Icardi, trova così la sua nona vittoria nelle ultime dieci partite con il minimo sforzo, mentre il Bologna incappa nella quarta sconfitta in fila, la terza consecutiva al Dall'Ara dopo quelle contro Napoli e Milan.

La trasferta di turno sarà particolarmente delicata visto che l'Inter si troverà di fronte un Bologna praticamente indecifrabile, in caduta libera dal punto di vista dei risultati ma capace, soprattutto nelle ultime due partite, di sfiorare risultati positivi negati da episodi sorprendenti o fonte di grandi recriminazioni, come il rigore assegnato alla Sampdoria che ha cambiato radicalmente il corso del match della scorsa domenica.

Al 43' si rivede l'Inter con Gagliardini: blocca Da Costa. Per fortuna nulla di grave. La palla del pari il Bologna l'avrebbe pure, con Torosidis che al 93' costringe Handanovic alla prima parata del match.

"Il Bologna e' una squadra ben strutturata e ben allenata".

Al 58' ancora l'italo-brasiliano riceve un bel cross dalla destra di Candreva, ma calcia davvero malissimo e l'azione sfuma. I lombardi propositivi. Un destro da fuori area di Perisic è terminato di un soffio fuori.

Pioli contento della sua Inter, e su Gabigol...

Classico 4-3-3 per Donadoni che risponderà con Mirante tra i pali, Khraft, Torosidis, Oikonomou e Masina nel reparto arretrato, Nagy, Pulgar e Dzemaili in mediana, Verdi, Petkovic e Krejci nel tridente offensivo. Con Dzemaili che fluttua tra sinistra e trequarti, il Bologna fa ancora meno, con Verdi più preoccupato di inseguire D'Ambrosio che di creare (Donadoni prova invano a invertirlo con Kreijci) e Petkovic che non tiene un pallone.

Marcatori: 81' Gabigol (I).

Altre Notizie