Lunedi, 14 Ottobre, 2019

Test Phillip Island: e se fosse ancora Maverick Vinales contro tutti?

Cacciopini Corbiniano | 16 Febbraio, 2017, 15:56

Lo spagnolo della Honda chiude in testa la prima giornata, apparentemente più a suo agio con il nuovo motore che tanti grattacapi gli aveva dato in Malesia, con un tempo di 1:29.497, ma il Dottore si è portato alle sue calcagna sul finale (con un tempo più lento di soli 186 millesimi) dopo essersi salvato anche da una potenziale caduta a inizio sessione. Nella seconda parte della giornata abbiamo provato a modificare alcune cose sulla moto, ma non abbiamo riscontrato miglioramenti e abbiamo fatto un po' troppa fatica. Risultato che fa suonare un piccolo campanello d'allarme: "Abbiamo fatto dei cambiamenti e di colpo sono stato molto più lento della giornata precedente".

Il pilota della Honda Marc Marquez è stato il più veloce nel primo giorno di test della Motogp sul circuito di Phillips Island in Australia. Alla fine eravamo un po' più competitivi, ma ancora non mi sento al meglio. "Dobbiamo provare, anche nei long run, perché è difficile vedere le differenze in cinque giri". Al momento però mi sento pronto e sono calmo. "La moto non è molto agile ma sul ritmo siamo andati molto forte e possiamo ancora migliorare". "Speravo che andassero indietro invece continuano ad andare avanti - scherza ai microfoni di Sky Sport - Dal punto di vista umano la cosa migliore che ho fatto in questi 38 anni è cercare di essere sempre corretto e bravo con le persone a cui voglio bene - aggiunge - Sempre lo stesso, questo è un lavoro una vita uno sport che ti mantiene giovane, ma sono 38 uguali". Abbiamo bisogno di grande motivazione per lavorare duramente e portarci in alto.

Altre Notizie