Venerdì, 18 Ottobre, 2019

Real-Napoli, Zidane incensa Sarri: "Ottimo allenatore. Tutti recuperati per la Champions"

Real Madrid Napoli 1987 Diego Maradona nel 1987-88
Cacciopini Corbiniano | 15 Febbraio, 2017, 23:45

Infine sull'ambizione di conquistare la Champions League per il secondo anno di fila: "Vincere una partita importante nella fase eliminatoria non è semplice e anche quando ne vinci una non puoi rilassarti". Arriva dunque il Napoli al Bernabeu dove, sugli spalti, ci sarà anche Maradona: "Lo vedevo giocare quando avevo 14 anni". Ha imparato da Ancelotti come si sta sulla panchina di una grande squadra, e prima di immaginarsi allenatore ha rubato mestiere e segreti a tecnici come Lippi e Del Bosque, due campioni del mondo. Il calcio italiano si sta avvicinando all'Europa, anche grazie all'inserimento di tanti giovani. "Un percorso duro e lungo". Sta bene e non ha dolore, ma sappiamo che è stato fuori e deve recuperare lavorando. Non è una finale, è una gara importante ma bisogna stare attenti anche al ritorno.

Loro sono una buona squadra e non solo a centrocampo. Il Napoli ha tanti giocatori forti e rapidi, specialmente in avanti. Il Real Madrid è pronto, ma sappiamo che ci sarà da soffrire. Alla Juve così come al Real è metterci la faccia fino all'ultimo minuto, questo mi ha segnato. Mi piacerebbe vedere Benzema in gol, ma non solo a me.

Su Maradona. "Con tutto il rispetto per lui che è stato tra i migliori della storia del calcio, oggi come oggi devo pensare di più agli attaccanti del Napoli di adesso". "Difensivamente sono forti, si muovono rapidamente - ha proseguito l'allenatore francese parlando dell'avversario di domani - Hanno giocatori piccoli davanti molto bravi tecnicamente". James Rodriguez verrà convocato, è pronto per giocare ma non posso dire niente sui titolari. Come faceva a fare quelle cose? L'idea è quella di tornare da Madrid con un risultato che possa darci la possibilità di passare il turno al San Paolo.

Sono cambiato molto e abbiamo vinto tanto. "E'recuperato, si è allenato negli ultimi giorni con la squadra, mabisogna essere cauti", le parole in conferenza stampa deltecnico merengue. Il nostro avversario è ostico, ha una buona striscia di vittorie consecutive.

Altre Notizie