Domenica, 15 Settembre, 2019

Pil,che sorpresa: + 0,9% nel 2016. Gentiloni: "Dati incoraggianti, avanti con le riforme"

Esposti Saturniano | 14 Febbraio, 2017, 18:21

Gli analisti avevano previsto un Pil in aumento dell'1,0%. Nel quarto trimestre del 2016 il Pil italiano corretto per gli effetti di calendario destagionalizzato, è aumentato dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dell'1,1% nei confronti del quarto trimestre del 2015. Per avere qualche parametro europeo, nello stesso periodo il Pil è aumentato in termini congiunturali dello 0,5% negli Stati Uniti, dello 0,6% nel Regno Unito e dello 0,4% in Francia. Il dato è stato leggermente peggiore delle attese degli analisti, che stimavano un aumento dello 0,5%.

La variazione annua del Pil per il 2016, stimata sui dati trimestrali grezzi, è stata dello 0,9%.

Il dato dell'1% rilevato da Istat è, come sempre, una stima, e potrebbe essere rivisto al rialzo oppure al ribasso, per quanto la grandezza dell'incremento della ricchezza nazionale non cambierà in modo rilevante. La variazione acquisita del Pil per il 2017 (quella che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell'anno) è pari a +0,3%. Inoltre, si riduce il gap di crescita con la media dell'eurozona: il differenziale in termini tendenziali annui scende da 0,7% a 0,6%, ai minimi da cinque anni e mezzo. Sulla stessa previsione di crescita dello 0,9% nel 2016 (e nel 2017) è anche Bankitalia.

Nel 2016 il PIL corretto per gli effetti di calendario è aumentato dell'1,0%. Confermiamo però la nostra idea che nel nuovo anno possa cambiare la composizione della crescita, in quanto riteniamo probabile una frenata della domanda finale domestica (a 0,9% da 1,3%), compensata dal venir meno del freno rappresentato l'anno scorso da commercio estero e scorte (che hanno sottratto rispettivamente uno e due decimi alla crescita 2016).

Altre Notizie