Martedì, 17 Settembre, 2019

Mandzukic più Higuain: Juventus ok a Crotone

Deangelis Cassiopea | 11 Febbraio, 2017, 20:19

Il manzo Mario Mandzukic esulta dopo un goal. Juventus che arriva a quota 57 punti in classifica, mentre il Crotone resta fermo a 13. I rossoblù, guidati da Nicola, incappano nella sesta sconfitta interna, ma al cospetto di questa Juventus rocciosa e dalle stimmate vincenti, era alquanto proibitivo ed impossibile compiere il miracolo.

La differenza di valori in campo è parsa evidente sin dai primi minuti di gioco. Il primo squillo arriva al 24' dai piedi di Dybala, ma Cordaz interviene negandogli la gioia del gol. A seguire è il turno di Pjaca, schierato dal primo minuto al posto di Cuadrado, ad impegnare l'estremo difensore rossoblù con un colpo di testa. Anche la Juventus, però, di pericoli alla porta di Cordaz ne ha portato pochissimi. Modulo nuovo o modulo vecchio, il risultato è sempre il medesimo. Sedicesimo centro in campionato per il "pipita", che conferma la sua impeccabile vena realizzativa. La partita si chiude qui, con l'epilogo della traversa di Pjanic che sancisce la supremazia faticosamente conquistata nel secondo tempo. Ai microfoni dei giornalisti, Massimiliano Allegri, mostra soddisfazione per la performance dei suoi uomini. È stato necessario avere tanta pazienza nello scardinare il bunker difensivo messo in atto dalla squadra di Davide Nicola, trovando i pertugi giusti per colpire. L'unione di intenti e un atteggiamento positivo hanno permesso alla Juve di superare anche l'insidioso test di Crotone: "Guardiamo avanti, senza sosta, senza mai fermarci", ha ribadito su Instagram Claudio Marchisio.

Una prima volta non certo frutta del caso dato che Allegri, dopo un approccio alla partita non troppo fortunato da parte della Juventus, ha deciso di accentrare il croato e spostare sulla fascia Paulo Dybala. Il campionato è ancora lungo ma 7 punti di vantaggio a questo punto della stagione sono una bella garanzia sul sesto scudetto consecutivo.

Altre Notizie