Martedì, 25 Giugno, 2019

Juventus, Allegri: "Basta polemiche con l'Inter. Il Cagliari segna tanto al Sant'Elia"

Pjaca “Fiero della Juve sto imparando tanto” Juventus, Allegri: "Basta polemiche con l'Inter. Il Cagliari segna tanto al Sant'Elia"
Cacciopini Corbiniano | 11 Febbraio, 2017, 13:55

Oltre a questo, c'è anche da sfatare un tabù, espresso dallo stesso Allegri: "Non abbiamo mai fatto cinque vittorie di seguito in campionato". Abbiamo stagione da portare a termine nel migliore dei modi, poi a tempo debito ci incontreremo con la società.

Massimiliano Allegri, come di consueto, è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match di domani, in cui i bianconeri affronteranno il Cagliari di Massimo Rastelli. "La Juventus ha vinto meritatamente contro una squadra che ha giocato bene come l'Inter; squadra che, fortunatamente per noi, è partita male, altrimenti lotterebbe per il campionato". Marchisio si è allenato e così come lui anche Khedira e Pjanic non sono al top dopo Crotone.

RIENTRI - "Domani rientreranno Chiellini e Alex Sandro". Davanti ci saranno Higuain e Dybala.

"Ci sono state delle incomprensioni, con Lichtsteiner pensavo avesse chiesto il cambio". L'importante sarà essere coscienti dell'importanza della partita e delle difficoltà che ci aspettano, fare risultato a Cagliari è sempre molto difficile. Il confronto tra gli ultimi tre campionati di Serie A giocati dalla squadra di Allegri mostra come questo sia quello, fin qui, giocato meglio. "Barzagli spero di averlo già contro il Palermo". "Anche 300 o 400, perchè io qui sto bene".

"Ha avuto un buon rientro, mi fa ben sperare per il resto della stagione".

"Non ci ho mai pensato, dobbiamo arrivare a fine stagione in testa, poi delle cento partite non mi interessa, i numeri sono fatti per essere battuti". Chissà che la prima striscia non arrivi in un momento decisivo. Io dico che una settimana dopo, continuare a fare polemiche sarebbe da sciocchi. Le scene di folle entusiasmo di giocatori, allenatore, dirigenti e soprattutto la pacifica invasione del terreno di gioco da parte dei tifosi in quella sera di primavera, resteranno eternamente scolpite nei ricordi dei tifosi: in campo ci pensarono Vucinic e Borriello (che propiziò l'autogol di Canini) a firmare la vittoria in una partita che non fu mai in discussione.

Altre Notizie