Sabato, 24 Agosto, 2019

"Muslim Ban", bocciato il ricorso. Trump annuncia: "Ci vediamo in tribunale"

Esposti Saturniano | 10 Febbraio, 2017, 20:31

Secondo quanto riferito dalla Casa Bianca, Trump e Xi hanno avuto "una lunga conversazione telefonica", durante la quale i due leader "hanno discusso molti temi", la conversazione "è stata estremamente cordiale ed entrambi hanno esteso i migliori auguri ai popoli dei due Paesi".

Nuovo schiaffo della magistratura americana a Donald Trump: la Corte d'Appello federale di San Francisco ha negato all'unanimità il ripristino del bando del presidente Usa contro l'ingresso dei rifugiati e dei cittadini provenienti da sette Paesi islamici, confermando la decisione di un giudice federale di Seattle e respingendo il ricorso dell'amministrazione americana.

Trump ha scritto Xi di volere una "relazione costruttiva" con Pechino. Dopo la sua vittoria a novembre, il miliardario ha fatto infuriare la Cina ventilando dazi e accusando Pechino di manipolare la valuta. La Corte del Nono circuito ha poi sottolineato come "non ci siano prove che stranieri provenienti da uno dei Paesi citati nell'ordine" (Sudan, Siria, Iran, Iraq, Yemen, Libia e Somalia) abbiano commesso atti di terrorismo negli Stati Uniti.

Il 2 dicembre la presidente di Taiwan, Tsai Ing-wen, aveva preso il telefono e chiamato Trump (che aveva che aveva twittato "called me" ) per congratularsi per l'elezione, cosa che aveva fatto infuriare Pechino, da dove si era rimarcato che "c'è solo un'unica Cina nel mondo e Taiwan è un'inseparabile parte del territorio cinese".

La tensione, in particolare, era aumentata dopo la telefonata fatta al presidente del Taiwan, considerata una provincia ribelle con cui Washington normalmente non ha rapporti diplomatici. I due leader hanno detto di essere impazienti di avere nuovi colloqui "con ottimi risultati", ha aggiunto la Casa Bianca. "Il Presidente ora si trova di fronte a due scelte - dice Ferguson - la prima è continuare la sua battaglia, la seconda è quella di strappare il provvedimento e ricominciare daccapo, studiando altre formule senza violazioni". "Xi Jinping saluta la riaffermazione da parte di Trump dell'adesione del governo americano al principio dell'unica Cina", aveva invece indicato la televisione Cctv sul suo sito internet.

Altre Notizie