Mercoledì, 18 Settembre, 2019

WhatsApp: l'autenticazione a due fattori è finalmente arrivata

Acerboni Ferdinando | 10 Febbraio, 2017, 13:22

Consiste nella creazione di un codice a 6 cifre che verrà richiesto nella fase di verifica del numero di telefono accoppiato all'account WhatsApp.

Gli utenti che vengono abilitati alla funzione possono trovare l'opzione di verifica in due passaggi nelle impostazioni dell'account - dovrebbe essere a terza opzione, sotto 'sicurezza' e prima di 'cambia numero'. Per aiutarvi a ricordare il codice, Whatsapp periodicamente chiederà anche a voi di inserirlo. Si tratta di una forma di prevenzione che in pratica impedisce di registrare un account WhatsApp col vostro numero, a meno che non inseriate anche un pin di 6 cifre al momento della registrazione. Occorrerà inoltre inserire il proprio indirizzo mail, in modo tale da recuperare velocemente la password nel caso in cui venisse dimenticata.

Anche se decisamente interessante, a differenza della crittografia end-to-end, la verifica in due passaggi su WhatsApp, non viene attivata di default sul proprio account, ma deve essere l'utente a farlo manualmente. Premi il pulsante Attiva, colorato di verde visibile sulla parte bassa e adesso non ti resta che creare il codice a sei cifre. Dopo questi 7 giorni, potrai verificare nuovamente il numero su WhatsApp, senza il codice di accesso, ma perderai tutti i messaggi in attesa, i quali verranno eliminati.

Ovviamente, WhatsApp ti guiderà nella procedura di attivazione dell'autenticazione a due fattori, illustrando i principali benefici e il funzionamento. Una volta attiva la funzione, questa la si puo' disattivare quando si vuole sempre entrando in Impostazioni Account Verifica in due passaggi e quindi premere sul pulsante Disattiva, dove è anche possibile cambiare indirizzo e-mail associato o il codice attualmente attivo. Una volta completata tutta la configurazione, sei pronto per utilizzare la verifica in due passaggi sulla famosa app di messaggistica.

Altre Notizie