Sabato, 07 Dicembre, 2019

Elezioni Francia, Le Pen: "Fuori da Nato ed Eurozona"

Elezioni Francia, Le Pen: Elezioni Francia, Le Pen: "Fuori da Nato ed Eurozona"
Evangelisti Maggiorino | 07 Febbraio, 2017, 08:53

Nessun riferimento invece ai rivali che stando agli ultimi sondaggi sarebbero perdenti per il primo turno del 23 aprile, ma vincente in caso di ballottaggio e appoggio reciproco.

Una prova di forza dai toni marcatamente nazionalistici - quasi "un copia incolla" del padre Jean-Marie, commentano in tv - in cui invoca il patriottismo come rimedio ad una globalizzazione senza regole contro la quale si pone come unico baluardo. L'annuncio è arrivato nel comizio di chiusura della due giorni di convention di Lione, dove la leader dell'estrema destra ha anche annunciato l'uscita dal comando integrato della Nato e dall'euro per ripristinare il franco (e dove ha elogiato il presidente americano Donald Trump). In linea con la partner dell'ultra destra francese Marine Le Pen, il leader della Lega Nord Matteo Salvini, intervistato da Radio Cusano Campus, ripropone i binari del progetto politico del Carroccio: via dall'Euro, anche dalla Nato. Poi l'affondo contro "l'ultraliberismo economico e il fondamentalismo islamico", i "due totalitarismi che minacciano il nostro Paese". Inoltre "i francesi schedati con la 'S' cioè quei cittadini ritenuti radicalizzati per Le Pen dovranno essere sotto stretto controllo dallo Stato e puniti con una pena di indegnità nazionale". Subito prima che entri in scena, viene proiettato un breve filmato di lei al timone di una meravigliosa barca a vela, mentre governa venti e maree al tramonto. Al secondo turno del 7 maggio, Le Pen sarà sconfitta da Macron o da Fillon, rispettivamente 24% contro 66% e 40% contro 60%. Oggi nella metropoli del sud-ovest si è espresso anche il candidato della gauche radicale, Jean-Luc Mèlenchon, presente in simultanea grazie ad un ologramma anche a Parigi. È il "candidato del Gattopardo", "creatura del sistema", per cui "tutto deve cambiare perchè tutto resti uguale", ha tuonato Hamon dalla Maison de la Mutualitè di Parigi. "Se volevano trovare casa loro bastava che restassero a casa loro". Nella Francia dei colpi di scena continua infine l'incubo dei neogollisti. In precedenza un potenziale vincitore delle elezioni presidenziali era l'ex primo ministro François Fillon, ma la sua valutazione ora è logorata per lo scandalo del presunto impiego fittizio di sua moglie.

Altre Notizie