Domenica, 20 Ottobre, 2019

La star di "Transformers" in manette: Shia LeBeouf arrestato per aggressione

Hitler ha fatto bene Shia La Beouf lo assale e viene arrestato in proteste anti Trump /Video Shia La Beouf protesta contro il presidente Donald Trump
Evangelisti Maggiorino | 26 Gennaio, 2017, 16:55

L'attore è già stato arrestato diverse volte in passato: nel 2015 per molestie e minacce a pedoni e poliziotti, ad Austin, nel 2014 per aver fumato all'interno di un teatro di New York e aggredito gli altri spettatori, nel 2007, a Chicago, per aver rifiutato di lasciare un emporio 24h su 24.

Dal giorno della nomina a Presidente di Donald Trump, LaBeouf è promotore di un'iniziativa di protesta molto particolare. GLI ARRESTI CELEBRI (OGGI, 26 GENNAIO 2017) - Shia LaBeouf non è il primo personaggio famoso a essere arrestato durante una protesta politica: solo poco tempo fa è toccato a Shailene Woodley (ve la ricordate la Tris di Divergent?), attrice di Hollywood arrestata mentre protestava con i Sioux contro la costruzione dell'oleodotto in North Dakota.

A quanto pare un giovane uomo non identificato, col volto coperto da una sciarpa, si sarebbe avvicinato a LaBeouf pronunciando frasi razziste e urlando che Hitler non ha fatto niente di male.

A Tmz un manifestante ha detto: "Shia si è sacrificato per noi. C'erano tutti questi nazisti qui, è uscito ed ha cercato di proteggerci". Da lì la colluttazione (LaBeouf avrebbe cercato di scoprire il volto dell'uomo, graffiandolo sul viso) e l'intervento degli agenti, che hanno portato via l'attore.

Non è la prima volta che Shia LaBeouf finisce in manette. Sui social è rimasta ovviamente traccia della protesta grazie ai video diffusi soprattutto su Twitter.

Altre Notizie