Domenica, 21 Ottobre, 2018

Hotel Rigopiano, 10 sopravvissuti dopo due giorni: si scava ancora

Deangelis Cassiopea | 23 Gennaio, 2017, 11:12

Le previsioni, inoltre, continuano ad essere pessime: domani e dopodomani è prevista ancora pioggia e, ai 1.200 metri dell'hotel, neve.

I soccorritori lavorano senza sosta, galvanizzati dal ritrovamento dei supersiti, soprattutto dei 4 bambini messi in salvo. Dovevano andar via al mattino ma a causa del maltempo che bloccava la strada sono dovuti rimanere, fermandosi anche a pranzo. Poi qualcuno ha provato a incoraggiare gli altri: "Sono loro", "vengono a prenderci", "siamo salvi", ha sussurrato qualcuno.

I vigili del fuoco hanno individuato il corpo di un'altra vittima all'interno dell'Hotel Rigopiano. "Si tratta di un lavoro di strategia reso anche necessario dal peggioramento delle condizioni meteorologiche, visto che dopo le nevicate della notte, ha continuato a cadere neve mista a pioggia per tutto il giorno". C'era chi pregava, chi incoraggiava gli altri; e c'era chi cercava di interpretare come il segno della salvezza imminente gli infiniti scricchiolii della notte. Gli abitanti sono stati trasferiti n un albergo della Riviera. Si tratta di Luciano Caporale, 54 anni, e della moglie, Silvana Angelucci, 46 anni, entrambi di professione parrucchieri. 'Ci sono tonnellate di neve, alberi sradicati e detriti che hanno sommerso l'area dove si trovava l'albergo. Per i parenti dei dispersi sono ore di lunghissima ed estenuante attesa. A queste si aggiungono le due persone, soccorse giovedì, che si trovavano all'esterno della struttura alberghiera.

E a Rocca Santa Maria i Carabinieri, mentre cercavano di portare aiuti a famiglie rimaste isolate per la neve, hanno trovato un 74enne morto in una stalla con il suo cane; non si sa se a ucciderlo sia stata l'ipotermia o un avvelenamento da monossido di carbonio. "Ministri si devono vergognare". Hanno pianto, hanno litigato, hanno lottato con tutte le forze - anche i bambini - e alla fine, ce l'hanno fatta. "E' il momento di stringerci tutti insieme intorno a coloro che hanno perso i loro cari e di non fare polemiche e fare uno sforzo comune" sottolinea Delrio. "Abbiamo, forse, toccato il punto più basso - afferma Bertolaso - E ora occorrono visione e serieta". "La speranza" di trovare persone vive "c'è sempre" ha detto a In mezz'ora, su Rai 3, il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio.

Altre Notizie