Sabato, 19 Ottobre, 2019

M5S: Grillo torna con Farage ma paga pegno

M5S con Alde il 78,5 % degli iscritti vota sì al matrimonio M5S: Grillo torna con Farage ma paga pegno
Evangelisti Maggiorino | 13 Gennaio, 2017, 00:44

La marcia etica è solo una copertura: a comandare è un algoritmo. E non potrà certo capeggiare questa rivolta un movimento che cambia continuamente posizione, senza rendersi conto e rendere conto dei danni che provoca all'Italia. Esso è rappresentazione instabile di una dicotomia che abita lo scenario politico del Bel Paese: Amore e Odio. I quali, però, dopo avere sedotto il guru del M5s, lo hanno abbandonato. Ma sono gli stessi che in Italia invocano il vincolo di mandato, presentato come antidoto all'insopportabile trasformismo della nostra classe politica nazionale? Ultimamente il M5S ha smarrito se stesso, dobbiamo ritornare ad essere quello che siamo sempre stati anche se questo dovesse costarci dei voti. "E poi non si 'bypassano' gli eletti in questo modo". "Inoltre, non sono a favore perché non vedo come si può fare un compromesso tra persone che sono su posizioni così diverse". Fallita la corsa alla presidenza del Veneto (80 mila voti circa), Borrelli ha preso il volo per l'Europa dopo le parlamentarie diventando l'uomo di Grillo a Bruxelles, ma anche la longa manus della Rousseau, l'associazione ombra del movimento, nata per "fungere da battistrada per implementare lo sviluppo degli strumenti di democrazia digitale e aiutare il MoVimento 5 Stelle a crescere ancora" come recita l'atto costitutivo.

Non danno una parte dello stipendio al Movimento? .

"Io, il capo, sono il movimento/popolo".

Nessun problema e nessuna incoerenza tra il concetto espresso oggi e il tentato ingresso nel gruppo dell'ALDE, il più europeista dei partiti europei. D'altronde, tradire non è altro che cedere sul proprio desiderio (Lacan), venir meno alla propria identità per un'eccessiva accomodazione all'altro. Ecco la diagnosi di Grillo. Per i membri del gruppo europeo è infatti prevista una penale di 250mila euro, una 'multa' che è stata studiata anche per contrastare i cambi di casacca e che sembra aver poi ispirato il documento firmato dai consiglieri capitolini per evitare tradiscano la linea del gruppo (a Roma la penale è fissata a 150mila euro). Ci sono due punti su cui riflettere: la purezza e il populismo.

"La Casa Comunale è spesso sede di inciuci, intrallazzi, cariche da spartire e interessi da salvaguardare".

Non manca una frecciata all'ex membro del direttorio M5S Carlo Sibilia: "Dispiace per quei pochi portavoce, che probabilmente non sanno come funziona il Parlamento Europeo, che hanno parlato di 'cercare di entrare nell'establishment'". Ora l'unica possibilità per i grillini è presentarsi col cappello in mano all'ufficio di Farage chiedendo di chiudere un occhio e riallacciare i rapporti con i componenti dell'Efdd, da tempo arcistufi dei pentastellati. Grazie a tutti coloro che ci hanno supportato e sono stati al nostro fianco. Il populismo, che è un movimento politico-culturale russo sviluppatosi a cavallo tra l " 800 e il '900, viene oggi definito come l'ideale secondo cui il popolo è sovrano portatore di giusti valori. Entrambi vogliamo una Commissione europea ppiù efficace, più leggera, un Consiglio europeo riformato e un Parlamento europeo con più potere che si trovi su un piano di parità con il Consiglio.

Altre Notizie