Martedì, 11 Agosto, 2020

Messina, la ragazza ustionata sta meglio e difende l'ex

Messina, la ragazza ustionata sta meglio e difende l'ex Messina, la ragazza ustionata sta meglio e difende l'ex
Deangelis Cassiopea | 11 Gennaio, 2017, 22:00

Le ferite sono al fianco, la caviglia e la mano destra e la coscia sinistra', ha dichiarato Francesco Stagno Dal Contres, primario di Chirurgia plastica del Policlinico di Messina, dov'è ricoverata Ilenia: 'La paziente è arrivata alle 8.15 di ieri. "Possono essere pacificamente relegate nell'alveo di un goffo tentativo di scagionare il proprio ex fidanzato". Ma le sue versioni sono contraddittorie, specialmente nella descrizione dell'aggressore.

MESSINA, 11 GEN Resta in carcere Alessio Mantineo, il 25enne fermato dalla polizia di Stata, su disposizione della Procura, con l'accusa di aver tentato di uccidere la sua ex ragazza, Ylenia Grazia Bonavera, 22 anni, gettandole addosso della benzina e appiccando il fuoco.

Il secondo giallo sta nel fatto che la vittima urla ai 4 venti che a compiere l'insano gesto non è stato l'ex fidanzato. In questo senso potrebbe essere letta la frase che la vittima rivolge alla vicina di casa che, riferendo all'operatore del 118 che lei aveva accusato il fidanzato dell'aggressione, la apostrofa con la frase "io non sono una sbirra".

Ennesimo caso di violenza sulle donne: un giovane, dinanzi al rifiuto della sua fidanzata che ha scelto di lasciarlo, ha perso letteralmente la ragione e le ha dato fuoco: la tragica vicenda è avvenuta a Messina.

Anche la famiglia di Alessio Mantineo lo difende. "Mio fratello è innocente al mille per mille - ribadisce la sorella Giovanna - la loro è sempre stata una relazione burrascosa e noi non ci siamo intromessi".

All'alba di domenica, il giovane si è presentato sotto casa della ragazza, che lo aveva lasciato da un paio di mesi: quando lei ha aperto la porta, l'ha buttata a terra e l'ha subito cosparsa di benzina, per poi darle fuoco con un accendino. Ma oggi il giudice per le indagini preliminari Eugenio Fiorentino ha emesso nei suoi confronti un provvedimento cautelare in carcere perché ci sono "gravi indizi di colpevolezza" nei suoi confronti. Contro di lui ci sono infatti le testimonianze dei litigi continui con la ragazza, ma soprattutto un video più significativo degli altri. Non lo avrebbe mai fatto.

Altre Notizie