Martedì, 12 Novembre, 2019

Sommerso vale un terzo del Pil in Italia: "Siamo tutti evasori"

Eurispes ecco come gli italiani usano la tecnologia Sommerso vale un terzo del Pil in Italia: "Siamo tutti evasori"
Esposti Saturniano | 29 Gennaio, 2016, 20:01

È la stima contenuta nel rapporto 2016 dell'Eurispes, che alle due cifre aggiunge anche oltre 200 miliardi di economia criminale. Secondo Eurispes, i Carabinieri hanno vissuto nel 2014 un ridimensionamento dei livelli di apprezzamento da parte dei cittadini con un dato al ribasso (69,9%) rispetto alla media ottenuta dal 2010 in poi. Basterebbe leggere i titoli dei singoli paragrafi per averne un'idea.

Siamo tutti evasori? Non scherziamo! "Le famiglie iniziano a respirare", si legge nel rapporto.

Quanto alla gestione della quotidianità, diventa meno critica, riferisce l'Eurispes. Indica un forte o lieve peggioramento della propria situazione economica il 40,7% (-36%); il 12,3% (+9,4%) ha constatato un aumento delle proprie risorse, mentre sale dal 18,5% del 2015 al 43,8% del 2016 il numero di chi indica una situazione di stabilità. Inoltre, il 37,3% dei proprietari di casa fatica a saldare le rate del mutuo mentre il 40% degli affittuari è in difficoltà con il canone.

Per quanto concerne il contrasto alla criminalità organizzata l'autorità preposto al controllo ha operato 2.341 accertamenti patrimoniali, per un totale di 8.880 soggetti controllati tra persone fisiche e giuridiche, oltre 4,6 mld di euro di proposte di sequestro e oltre 2,5 mld di euro effettivamente sequestrati, oltre a 452.307.182 confische avvenute. Con il lavoro nero a farla da padrona. L'utilizzo più frequente resta chiamare ed essere chiamati (99,3%), seguono inviare e ricevere sms (85,1%) e moltissimi comunicano tramite Whatsapp o altre applicazioni di messaggistica (75,2%), fanno foto e filmati (69%) e li inviano e ricevono (68%), navigano su internet (66,8%). Alcuni hanno sperimentato l'home sharing (4,6%) scambiando casa o ospitalità.

I prestiti bancari vengono richiesti soprattutto per comprare casa (42,6%) e pagare debiti (36,3%). La sconsolante fotografia scattata da Eurispes ha rilevato che il sommerso (che ingloba tutte quelle attività che sfuggono al controllo del Fisco) ha prodotto, nel 2015, un'evasione di 270 miliardi di euro.

L'economia sommersa vale 540 miliardi di euro.

Il rapporto rileva che le categorie che più spesso lavorano senza contratto sono le baby sitter, gli insegnanti di ripetizione e i collaboratori domestici. A seguire badanti, giardinieri, muratori, idraulici, elettricisti, falegnami e, con una percentuale del 50%, i medici specialisti. Nell'anno 2015 il 28,1% degli intervistati ha accettato di lavorare in nero contro il 18,6% del 2014.

Reati triburari: sequestri per 3,8 miliardi.

Aumenta del 6% in un anno anche la percentuale di chi dichiara di avere esperienza di amici o parenti a cui è capitato di chiedere denaro in prestito ad un usuraio (16,9%).

Altre Notizie