Mercoledì, 22 Gennaio, 2020

Addio a Paul Kantner, eroe di Woodstock

Addio a Paul Kantner, eroe di Woodstock Addio a Paul Kantner, eroe di Woodstock
Deangelis Cassiopea | 29 Gennaio, 2016, 20:01

Considerato uno dei giganti della scena musicale della West Coast statunitense e del rock psichedelico degli anni'60-70, Kanter e' morto a 74 anni a San Francisco per i postumi di un attacco cardiaco. La droga, gli acidi in particolare, sono stati parte integrante della vita e della carriera di Kantner, convinto sostenitore delle teorie di Timothy Leary e della letteratura lisergica uscita dalla Beat Generation che negli anni Sessanta aveva in San Francisco la sua casa madre. I Jefferson Airplane cominciarono la loro attività nel 1965 e si distinsero all'interno del panorama musicale di San Francisco grazie a dischi come Surrealistic Pillowdel 1967 e canzoni come Somebody To Love o White Rabbit. Soffriva di cuore da diversi anni e aveva avuto un infarto a marzo dell'anno scorso, secondo quanto riferito dalla sua agente, Cynthia Bowman. Fu tra i maggiori protagonisti del rock psichedelico degli anni '60-'70 e anche una delle principali star che salirono sul palco del mitico festival del 1969.

Marty Balin, co-fondatore e voce dei Jefferson Airplane, ha dichiarato: "Tanti ricordi scorrono in questo momento nella mia mente". Fu un esponente di rilievo nella lotta per la legalizzazione della marijuana. "Invecchiando con l'esperienza della vita, ci si rende conto che i farmaci non aiutano, soprattutto se ne abusi ". In seguito suonò insieme a Grace Slik, cantante del gruppo, nei Jefferson Starship da lui fondati.

Altre Notizie