Giovedi, 05 Dicembre, 2019

Sinai, bomba del meccanico

Sinai, bomba del meccanico Sinai, bomba del meccanico
Evangelisti Maggiorino | 29 Gennaio, 2016, 17:12

Attentato sull'Airbus della MetroJet esploso sulla penisola egiziana del Sinai: a mettere la bomba è stata un meccanico della compagnia aerea locale EgyptAir il cui cugino si è unito ai combattenti del cosiddetto Isis in Siria. A riportare la notizia è l'agenzia Reuters.

Secondo la ricostruzione delle fonti, una volta saputo che uno dei suoi componenti aveva un parente che lavorava all'aeroporto l'Isis gli avrebbe affidato la "missione" consegnandogli una borsa con una bomba.

L'aereo, un A-321 della piccola compagnia siberiana Kogalymavia, era decollato da Sharm el-Sheikh ed era diretto a San Pietroburgo carico di turisti russi di ritorno da una vacanza sulle sponde del Mar Rosso. "Nessuno alla EgyptAir è stato arrestato in relazione a questo caso, non si è sentito nulla di altri sospetti", ha detto una fonte del ministero. Dopo alcune iniziali ricerche, la Russia ha confermato che si trattava di un attentato terroristico e promesso una ricompensa di 47 milioni di euro a chiunque avesse fornito informazioni utili ad individuare i colpevoli dell'attentato.

Altre Notizie