Martedì, 16 Luglio, 2019

Commercio estero,surplus al top da 1993

Export surplus dicembre al top da 1993 Export surplus dicembre al top da 1993
Esposti Saturniano | 28 Gennaio, 2016, 08:32

"L'avanzo commerciale è pari a 5,9 miliardi di euro (il livello più alto da gennaio 1993)" si divulga dall'Istat.

Bene il commercio estero con i paesi extra Ue a dicembre 2015. L'ufficio di statistica indica che l'incremento congiunturale dell'export è estesa a quasi tutti i raggruppamenti di beni. A novembre infatti sia le importazioni che le esportazioni verso i paesi extra-Ue erano in crescita, rispettivamente dello 0,8% e del 3,7%. Lo rileva l'Istat, secondo cui su base annua l'export del mese è aumentato del 4,1%, che si riduce a +1,2% eliminando l'effetto prodotto dal diverso numero di giorni lavorativi. Energia (+8,9%) - prosegue l'esposizione l'ente statistico dello Stato -, beni di consumo durevoli (+4,4%) e beni strumentali (+2,1%) sono in forte crescita. Nel 2015 il surplus è pari a 33,7miliardi di euro, a fronte di 27,0 miliardi nel 2014.

Durante l'intero 2015 l'export verso i paesi extra Ue è cresciuto del 3,6% mentre l'import è rimasto sostanzialmente stabile (-0,1%). Al netto dell'energia, l'incremento delle importazioni è stato del 10,2%, oltre il doppio rispetto a quello delle esportazioni (+4,5%). Una buona dinamica ha interessato poi le vendite verso il Medio Oriente, +4,7% a dicembre e +8,4% nel corso del 2015; quelle verso il Giappone, +19,9% a dicembre e +3% nell'arco dei dodici mesi; e quelle verso i Paesi Eda, +9,4% nell'ultimo mese dell'anno e +3,6% nell'intro 2015.

"Nell'insieme del 2015, l'andamento delle esportazioni è il risultato di dinamiche divergenti rispetto ai principali mercati di sbocco". Al contrario, l'export verso la Russia è crollato del 25,2% sottraendo alla variazione complessiva annua dell'export circa 1,3 punti percentuali.

Altre Notizie