Domenica, 20 Ottobre, 2019

50 sfumature di grigio, in prima tv tra censure e polemiche

Ascolti tv di lunedì 25 gennaio 50 sfumature di grigio, in prima tv tra censure e polemiche
Deangelis Cassiopea | 25 Gennaio, 2016, 19:15

Il celebre film di Sam Taylor-Johnson, tratto dalla trilogia di romanzi erotici di E.L. James sarà trasmesso questa sera, lunedì 25 gennaio. E non basta, nella nota firmata da Elisabetta Scala gli inserzionisti sono anche invitati a rivalutare il loro investimento: "La pellicola è inadatta a un pubblico di minori". La pellicola dura 104 minuti ed è piena di scene che oltrepassano il limite della decenza; ecco perché il Moige si oppone alla sua proiezione in prima serata.

Cinquanta sfumature di grigio avrà due sequel: la notizia era stata diffusa subito dopo l'uscita in sala del primo film della serie, considerato il successo ottenuto dal primo capitolo e dalla coppia Jamie Dornan - Dakota Johnson, interpreti rispettivamente di Christian Grey e Anastasia Steele. Il Moige ritiene, dunque, inopportuno trasmettere in prima serata una film vietato ai minori di 14 anni. "Chiediamo alle aziende inserzioniste di ritirare gli spot da programmi lesivi e irrispettosi dei minori" Dice il comunicato rilasciato dal MOIGE e riportato da moltissimi siti d'informazione.

"Scelta eticamente scorretta quella di Mediaset, decisamente lesiva per i minori che vengono televisivamente violati da una programmazione tv non adatta a loro".

Stasera, quindi, arriva sul piccolo schermo per la prima volta in chiaro la pellicola che suscitò un mare di polemiche anche quando sbarcò al cinema. Gi altri capitoli della saga portano i titoli di "50 sfumature di rosso" e "50 sfumature di nero". In poche parole: mettiamo che Mediaset vinca la serata, ma siamo sicuri che a lungo andare, visto il perdurante calo di ascolti delle emittenti generaliste, programmare Cinquanta sfumature di grigio sia una buona idea?

Altre Notizie