Venerdì, 28 Febbraio, 2020

Netflix: provider VPN contro i blocchi

Netflix quei blocchi regionali che non serviranno Netflix: provider VPN contro i blocchi
Acerboni Ferdinando | 23 Gennaio, 2016, 03:49

Netflix dichiara guerra ai pirati dello streaming.

A causa di accordi di licenza, la disponibilità dei contenuti di Netflix varia da paese a paese - ad esempio Hous Of Cards anche se è una produzione originale Netflix in Italia non si trova nella piattaforma in quanto i diritti sono stati acquistati anni fa da Sky, quando Netflix non era da noi disponibile - e molti utenti hanno creato una propria rete privata virtuale (VPN) o usato altri proxy per aggirare questo.

In realtà, le segnalazioni non riguarderebbero solamente gli utenti australiani ed è il sintomo che Netflix si sta muovendo attivamente per bloccare sul nascere questa tendenza. La lotta del colosso dei servizi di Internet TV non sarà, però, molto facile.

E mentre Netflix ha confermato nei giorni scorsi che utilizzerà un'apposita tecnologia per impedire agli utenti di evitare i blocchi, alcuni provider rivelano che i blocchi imposti da Netflix potranno essere evitati semplicemente modificando gli indirizzi IP. Come detto, tuttavia, il catalogo varia in funzione del paese. Un cambiamento, precisa, che "non produrrà alcun effetto negativo per gli abbonati che non usano proxy". Gli utenti VPN che dovessero incontrare dei problemi nell'accedere a Netflix, sono incoraggiati a contattarci per una soluzione funzionante.

"Se tutti i nostri contenuti fossero disponibili a livello globale, gli abbonati non avrebbero motivo di usare proxy o 'unblocker' per far credere ai nostri sistemi di essere in un Paese diverso da quello in cui si trovano", scrive sul blog aziendale David Fullagar, vice presidente della Content Delivery Architecture di Netflix. "In attesa di raggiungere il nostro obiettivo, continueremo a rispettare e applicare le licenze dei contenuti in base all'area geografica".

Netflix è la più grande rete di Internet TV del mondo, con oltre 70 milioni di abbonati in più di 190 paesi.

Altre Notizie