Venerdì, 13 Dicembre, 2019

Brasile, governo stanzia fondi per il vaccino contro virus Zika

Zanzara Virus Zika a rischio i viaggi delle donne incinte in Sud America Pubblicato il 15 gennaio 2016 in Primo Piano con 0 Commenti
Cacciopini Corbiniano | 19 Gennaio, 2016, 18:10

Potrebbe causare danni al cervello dei neonati: sotto i riflettori il virus Zika, un arbovirus trasmesso dalle zanzare (la stessa che trasmette la febbre gialla), che può dare danni cerebrali nei bambini e gravi complicanze neurologiche nell'adulto. Di che cosa si tratta? Lo stato più colpito è il Pernambuco dove, come riporta il quotidiano Folha de S. Paulo, il Ministero della Salute ha confermato nelle ultime settimane 487 casi di microcefalia (dall'inizio dell'epidemia, in tutto il Paese, ne sono stati registrati 3.500). Nel frattempo la Colombia reagisce con la guerra biologica, combattendo cioè le Aedes, per mezzo di altre zanzare 'trattate' con un batterio particolare (Wolbachia), per impedire la trasmissione di malattie quali dengue e Zika. La zanzara della specie Aedes aegypti è considerata il principale responsabile della sua diffusione.

Fino a oggi il virus è stato segnalato in alcuni paesi centro e sudamericani, e da poche ore c'è un primo caso sospetto in Texas. In Brasile è allarme virus da zanzare killer e per sconfiggerlo lo Stato ha deciso di stanziare fondi per il vaccino. I casi di infezione sono in aumento, sollevando preoccupazioni tra i funzionari della sanità. Ma è comunque critico su questo warning a tappeto che - afferma - di certo non interessa le zone montuose, dove di zanzare non ce n'è neppure l'ombra. Una decisione che deve essere pesata con attenzione. Fino a poco fa pareva restare confinato in Brasile, ma un caso segnalato sabato scorso nelle Hawaii e un altro diagnosticato a un signore di Houston ha confermato che la situazione potrebbe assumere le condizioni di epidemia. Decisamente pessimista infine è Isaac I. Bogoch, infettivologo dell'università di Toronto e coautore dell'articolo pubblicato la scorsa settimana da Lancet sulla possibile diffusione stagionale del virus Zika.

Attualmente, non esiste un vaccino per il virus Zika, anche se quelli infettati dal virus possono essere trattati per alleviare i sintomi. In questo modo la malattia potrebbe diffondersi rapidamente in tutto il mondo.

Altre Notizie