Giovedi, 06 Agosto, 2020

Veneto Banca, esposto Condacons alla Consob

Sit in dei risparmiatori davanti alla sede della Consob Veneto Banca, esposto Condacons alla Consob
Esposti Saturniano | 15 Gennaio, 2016, 15:07

E torneranno a riunirsi venerdì 15 gennaio ad Arezzo gli obbligazionisti e gli azionisti di Banca Etruria delle province di Arezzo e Siena. La nostra posizione sin dall'inizio della drammatica vicenda è stata chiarissima e ribadita anche nelle precedenti manifestazioni, sempre organizzate dagli stessi soggetti, davanti a Montecitorio e a Bankitalia e consiste: "- nel rifiuto di interventi parziali e caritatevoli, - nella richiesta di giustizia per i risparmiatori raggirati, - nell'individuazione delle responsabilità e nel perseguimento di chi ha truffato, - nella richiesta di dimissionamento del Governatore Bankitalia Visco e di Vegas della Consob per colpevole omissione di vigilanza e controllo, - nel categorico rifiuto, da sempre, di qualsiasi "patto" con le banche". La manifestazione, organizzata da Federconsumatori, Adusbef e dal Comitato vittime del Salva banche, ha lanciato pesanti accuse ai vertici della Consob.

I due comitati hanno chiesto anche che la Consob visioni al più presto il bilancio delle quattro banche, ma per la commissione questo passaggio è possibile soltanto per l'Etruria, unica quotata in Borsa, in quanto se Consob attestasse che il bilancio è "falso", sarebbe un punto di forza per le azioni legali che i risparmiatori stanno intraprendendo, qualora non si arrivasse a un rimborso integrale.

All'incontro non hanno partecipato Elio Lannutti e Rosario Trefiletti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef, che si sono "rifiutati" di entrare perché "l'unico incontro che siamo disposti a concedere a Vegas, è quello in cui porteremo le arance a Regina Coeli". "Vegas deve andare a casa perché da quando è arrivato nel 2011 ha smantellato la trasparenza e ha fatto vendere i bond da banco".

Altre Notizie