Lunedi, 23 Settembre, 2019

Il Canone Rai arriverà in bolletta: Ecco come Evitarlo

Canone Rai 2016 le ultime notizie Canone Rai 2016 le ultime notizie Di Roberto Bosio 11 Gennaio 2016
Esposti Saturniano | 10 Gennaio, 2016, 11:31

La legge di Stabilità 2016, che ha previsto la riscossione dell'imposta sulla televisione attraverso il contratto di energia elettrica collegato alla casa di residenza, non muta le regole generali relative all'obbligo di versamento del canone, ma ha creato solo una "presunzione di detenzione" della tv in ogni abitazione principale, salvo diversa dichiarazione del contribuente da inviarsi con autocertificazione. Restano, quindi, escluse le ulteriori abitazioni (case al mare, in montagna, immobili a uso investimento, ottenuti in eredità, ecc.) per le quali, già a monte, la società erogatrice del servizio elettrico dovrà evitare l'addebito del canone (probabilmente, già in sede di stipula del contratto dovrà essere effettuata apposita comunicazione circa l'uso dell'immobile).

Chi non paga il Canone Rai non potrà subire l'interruzione della fornitura del servizio elettrico: insomma non si taglia la luce a chi non paga.

Per rendere più "digeribile" il provvedimento, gli estensori del testo hanno più volte sottolineato che l'importo del canone Rai si abbasserà.

Il nuovo canone Rai è pronto al debutto. Ma attenzione, secondo l'Istituto Bruno Leoni (il pensatoio che promuove studi e ricerche sui temi dell'energia, dell'ambiente e della fiscalità) si tratta della classica una tantum: "Dal 2017 - hanno fatto sapere dall'istituto - si tornerà a pagare 113,50 euro".

Inoltre, il limite di reddito per ottenere il diritto all'esenzione dal pagamento, a favore dei soggetti che abbiano dai 75 anni anni in poi, è stato elevato a 8.000 euro annui rispetto ai 6.713,98 euro precedenti. Per il 2016, anche se ai punti Enel di risposte precise non se ne hanno, sembra che a Luglio 2016 verrà pagata una prima rata da 70 euro, mentre 30 euro dovranno essere versati tramite le bollette successive. Tutti sanno, infatti, che anche nelle famiglie più numerose, che dispongono verosimilmente di più apparecchi tv, il canone deve essere pagato una sola volta.

Altre Notizie