Sabato, 15 Giugno, 2019

Conti pubblici: Istat, in 9 mesi salgono uscite ed entrate correnti

Aumenta la capacità di spesa degli italiani- ANSA Aumenta la capacità di spesa degli italiani- ANSA
Esposti Saturniano | 09 Gennaio, 2016, 08:47

Nel 3* trimestre 2015 il deficit/Pil è sceso al 2,4% rispetto al 2,9% del corrispondente trimestre del 2014, mentre nella media dei primi tre trimestri del 2015 è stato pari al 2,9%, con un miglioramento di 0,4 punti percentuali rispetto al 3,3% dello stesso periodo dell'anno precedente. Pressione fiscale nel 3 trimestre pari al 41,4%, in lieve aumento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Per quanto riguarda le uscite nel terzo trimestre 2015 sono aumentate, in termini tendenziali, dello 0,5% con una incidenza rispetto al Pil scesa al 47,4% rispetto al 48,0% registrato nel corrispondente trimestre del 2014.

Il potere di acquisto delle famiglie (che hanno un reddito e possono consumare), che tiene conto anche dell'andamento dei prezzi, nel terzo trimestre del 2015 è aumentato dell'1,4% rispetto al trimestre precedente e dell'1,3% sul terzo trimestre del 2014.

A luglio-settembre la quota di profitto delle società non finanziarie, pari al 40,1%, è rimasta invariata sia rispetto al trimestre precedente che su base tendenziale.

Gli fa eco Unimpresa, che - per bocca del suo presidente Paolo Longobardi - osserva che "se i conti pubblici sono al sicuro, col rapporto deficit pil sotto la soglia del 3 per cento, allora per il governo di Matteo Renzi non ci sono più scuse: bisogna immediatamente avviare un piano serio di riduzione del prelievo fiscale sia sulle famiglie sia sulle imprese".

"L'Italia usa bene la flessibilita'", scrive Padoan in un tweet. "Un dato positivo. Una buona notizia, insomma, anche se dipende dalla bassa inflazione". Nel terzo trimestre 2015, precisa ancora l'Istat, le uscite totali sono aumentate dello 0,5% rispetto al corrispondente trimestre del 2014. Nei primi tre trimestri del 2015, l'incidenza delle entrate totali sul Pil è stata del 45,5%, inferiore di 0,2 punti percentuali rispetto al corrispondente periodo del 2014.

Altre Notizie