Lunedi, 27 Gennaio, 2020

La grande scommessa: black humor a Wall Street

Brad Pitt con la barba in una scena di La grande scommessa Brad Pitt con la barba in una scena di La grande scommessa
Deangelis Cassiopea | 09 Gennaio, 2016, 06:47

Con Brad Pitt, Christian Bale, Ryan Gosling, Steve Carell, Marisa Tomei. continua" Melissa Leo, Tracy Letts, Hamish Linklater, John Magaro, Byron Mann, Rafe Spall, Jeremy Strong, Finn Wittrock, Max Greenfield, Karen Gillan, Selena Gomez, Billy Magnussen, Al Sapienza, Sceneggiatura: "Adam McKay, Charles Randolph, Drammatico, durata 130 min., USA 2015, Universal Pictures, uscita giovedì 7 gennaio 2016.

Quattro investitori prevedendo la crisi finanziaria, scommettono contro le banche, e ne ricavano una fortuna dal crollo economico mondiale.

Il film, diretto con ritmi da ' gran premio' dal grande Adam McKay, trae origine da una rivisitazione del libro di Michael Lewis, 'The Big Short - Il grande scoperto' in cui si racconta, appunto, l'esplosione della bolla dei mutui subprime e il conseguente tracollo del mercato globale del 2007-2008.

Quando nel 2005 Michael Burry si presentò in banca per scommettere contro il mercato immobiliare creando un nuovo strumento finanziario conosciuto come "credit default swap", molti si fecero una risata.

I quattro investitori de La grande scommessa, infatti, al contrario di quanto mostrato dalle grandi banche, dai media e dal governo stesso, hanno una geniale intuizione: i mercati finanziari, come nel 1929, sono prossimi a crollare. I loro coraggiosi investimenti li porteranno nei meandri oscuri dei sistemi bancari moderni, facendoli dubitare di tutto e tutti. Film divertente, ma solamente una storia suggestiva, non esistono palle di vetro e non esistono veggenti di cose future, esistono i bari però, e sono tutt'altro che eroi. Quello che la gente deve sapere è l'impatto che la finanza ha nella vita di tutti i giorni. Ebbene, su quest'uomo è stata costruita la trama del film "la grande scommessa", una scommessa della quale già si sapeva l'esito finale ma non lo dicono. Sono commosso ed emozionato per avere avuto l'onore di entrare in qualche modo nella sua incredibile psiche. Lui è stato l'unico ad essere in grado di capire cosa esattamente stava succedendo, e con vari anni d'anticipo. Christian ha dovuto imparare a suonare la batteria in due settimane: "E' stato un corso intensivo. Burry ha un cervello che va a una tale velocità a che il genere death metal lo rilassa".

Altre Notizie