Sabato, 21 Settembre, 2019

Rai1, la gaffe di Capodanno: brindisi in anticipo e bestemmia in tv

Rassegna stampa – Battute finali per le nuove nomine in Rai. La Andreatta in pole position per sostituire Leone Entro gennaio i nuovi vertici di Viale Mazzini si parte dai direttori di rete e poi i telegiornali. “La Repubblica” registra tutti i rumors
Esposti Saturniano | 03 Gennaio, 2016, 22:46

Tre, due, uno...Bestemmia. Mentre dalla splendida cornice di Matera Rocco Papaleo e Amadeus traghettavano gli italiani verso il 2016 nella notte di Capodanno nella trasmissione L'anno che verrà, in sovrimpressione passavano gli sms degli italiani.

Per terminare la graduatoria delle cose che non sono andate esattamente nel verso in cui avrebbero dovuto c'è stato anche il malore che ha accusato Claudio Lippi e che l'ha costretto a sottoporsi ad accertamenti in ospedale e a mancare l'appuntamento sul palco. "Il mancato controllo - hanno inoltre comunicato dalla RAI - è frutto di un errore umano, il responsabile è stato immediatamente individuato e sospeso dall'azienda". Per il giornale diretto da Giovanni Maria Vian "il fatto più grave è che in alcuni sms ritrasmessi in video sono comparse imprecazioni e una bestemmia, al punto da costringere viale Mazzini alle pubbliche scuse". Accogliendo la denuncia del Codacons, a ottobre dello scorso anno, l'Agcom ha multato la rete nazionale con una sanzione da 25mila euro per violazione del Codice di Autoregolamentazione Media e Minori, a causa della bestemmia pronunciata (per errore a causa di un errore nel montaggio della trasmissione, il conduttore non era in diretta e non pensava che il suo "sfogo" sarebbe stato mandato in onda) - sempre su Rai1 - il 18 ottobre 2014 in diretta da Tiberio Timperi, durante Uno Mattina in famiglia. Ed è proprio per questo che corre il forte pericolo di "sfuggire di mano", "con l'alibi dello share". Il dg della Rai, Antonio Campo Dall'Orto, dopo l'incidente della sera di Capodanno si prende le sue responsabilità.

Si sa, quando qualcuno è in estrema difficoltà e non sa che pesci prendere, quella del complotto è la soluzione più diffusa.

Roma, 2 gen. (askanews) - Gli incidenti che hanno turbato lo spettacolo di Capodanno su Raiuno non rimarranno senza conseguenze. Sembra incredibile ma a volte questi mega errori succedono, niente di trascendentale ovviamente, il tutto è stato un banalissimo errore che è terminato in una "semplice" enorme bufera sui social italici.

Anche Matteo Salvini è intervenuto sulla vicenda e ha così dichiarato: "a scusarsi, e magari a dimettersi, non sia un passacarte o un funzionario, ma chi è pagato per fare il dirigente". Giancarlo Leone, il direttore di Rai Uno, con un po' di ironia afferma che la Rai è talmente avanti da festeggiare il Capodanno in anticipo.

Altre Notizie