Mercoledì, 23 Ottobre, 2019

Mediaset, Berlusconi: Un ricatto da Vivendi, ma noi resisteremo

Esposti Saturniano | 22 Dicembre, 2016, 22:17

A cinque minuti dall'avvio dalle contrattazioni il titolo era stato sospeso con un +8,24% teorico.

Vivendi è salita a 28,8% capitale e 29,94% diritti voto di Mediaset nel giorno in cui i vertici del gruppo sono stati ricevuti in Consob per riferire sulla scalata dei francesi.

Dopo aver analizzato il business plan di Mediaset Premium (che secondo la francese si basava "su ipotesi irrealistiche" nel fissare al 2018 il limite per il ritorno all'equilibrio operativo), l'azienda guidata da Vincent Bollorè ha fatto marcia indietro, proponendo un nuovo accordo. "Volumi che si confermano parecchio sostenuti", commenta un gestore. "Molti nostri soci vogliono difendere il principio di italianità del primo gruppo di comunicazioni italiano: per questo motivo sono abbastanza sereno" ha poi aggiunto l'ex Premier.

Il Cda di Mediaset, riunitosi nel pomeriggio di ieri, ha deliberato di presentare esposto all'AgCom in cui segnala l'illegittimità della condotta di Vivendi "in violazione della disciplina di settore" e in particolare "dell'art".

Dopo l'annuncio dato lunedì da Vivendi di voler salire fino alla soglia del 30% di Mediaset la seduta di Borsa è stata intanto a razzo per il titolo del Biscione. Con gli scambi in continua crescita, per circa 68 milioni di pezzi, pari al 5,67% del capitale.

Sull'intera questione restano gli accertamenti a tutto campo avviati dalla Consob. Fininvest ha inoltre aumentato la sua quota in Mediaset salendo al 38,2%.

L'obiettivo di Vivendi, che in Francia possiede la pay tv Canal Plus, è quello di creare un colosso europeo in grado di contenere lo strapotere di Netflix, Amazon Apple e degli altri grandi protagonisti dell'Internet economy statunitensi che hanno già lanciato i loro servizi nel vecchio continente.

Non si ferma la scalata di Vivendi a Mediaset. Per Mediaset quindi "si configura un rischio di paralisi delle attività di sviluppo industriale".

Il principale driver di giornata è stamane la notizia che Vivendi prosegue la sua scalata di Mediaset e ora punta verso il 30% del Biscione, soglia oltre la quale il gruppo transalpino sarebbe costretto a lanciare un'opa.

Altre Notizie