Martedì, 18 Giugno, 2019

Milan, aereo in ritardo. Galliani minaccia: "Se non partiamo oggi no Supercoppa"

LaPresse  Daniele Badolato LaPresse Daniele Badolato
Cacciopini Corbiniano | 21 Dicembre, 2016, 21:41

Il volo charter inglese che avrebbe dovuto portare i rossoneri a Doha è stato inizialmente ritardato di un'ora e mezza per riparare un guasto meccanico. Bisognerebbe arrivare tutti uguali, non voglio infilarmi in polemiche.

La dirigenza rossonera tratta inoltre il rinnovo di Paletta, che quest'anno è stato decisivo in difesa, il problema riguarda la proprietà cinese di Sino Europe che deve avallare tutte le operazioni di acquisto e rinnovo dei giocatori.

Da Milanello sono furiosi, sanno che la Juventus godrà di un enorme vantaggio, allenandosi in questi giorni e abituandosi alle temperature superiori ai 20 gradi. "Partiamo un giorno dopo, vantaggio o svantaggio non mi interessa e comunque non era previsto", ha aggiunto l'ad rossonero. Ne ha vinte due di Europa League, e ora il Milan si affida a lui per conquistare l'ultimo trofeo dell'era Berlusconi prima della cessione ai cinesi.

Intercettato in aeroporto, l'amministratore delegato ha detto: "C'è semplicemente un aereo che non è arrivato e ci ha creato questo problema, in pullman non si arriva a Doha".

La finale di Supercoppa italiana in programma venerdì a Doha potrebbe non essere disputata, a rivelarlo è direttamente Adriano Galliani, ad del Milan: "Danno gravissimo". Noi siamo ben felici di andare a Doha, abbiamo firmato un contratto con la Lega e la Juve. "E' una cosa carina incontrare la Juventus quattro volte in un anno solare".Per finire non poteva mancare una battuta sulle parole di Berlusconi, da molti ritenute eccessive.

Altre Notizie