Giovedi, 18 Luglio, 2019

Sauna contro l'Alzheimer: così si protegge il cervello degli uomini

Machelli Zaccheo | 21 Dicembre, 2016, 20:11

La sauna comporta molti benefici per il nostro cervello.

In sostanza, i medici finlandesi hanno analizzato le condizioni di salute di un campione statistico pari 2314 uomini, già analizzati in precedente studio incentrato sulla salute dell'apparato cardiovascolare, ed incrociando i dati derivanti da parametri squisitamente fisici con quelli provenienti da un apposito questionario incentrato sulle abitudini in materia di sauna.

Utile, quindi, non solo ad espellere le tossine dal corpo e ad aiutare la depurazione, la sauna, se fatta giornalmente, ci protegge anche dalla demenza.

Con l'intento di indagare a fondo fino a dove si potessero spingere i benefici della pratica, un gruppo di ricercatori finlandesi facenti capo alla University of Eastern Finland di Kuopio ha infatti cercato di mettere in relazione la possibile insorgenza di demenza e morbo di Alzheimer con la frequenza con cui i partecipanti al test tendevano a fare la sauna, scoprendo che, a parità di fattori di rischio, lo sviluppo in fase conclamata di patologie neurodegenerative risultava sensibilmente inferiore laddove la tendenza a ricorrere alla pratica si faceva più marcata e più frequente.

È risultato un rapporto di correlazione, spiegano i ricercatori, tra la frequentazione della sauna e la riduzione del rischio di sviluppare demenza e Alzheimer: chi frequentava dalle 4 alle 7 volte settimanali ha manifestato una propensione di sviluppare demenza inferiore del 66% rispetto a coloro che si recavano in sauna una sola volta a settimana; rischio ridotto del 65% per quanto riguarda l'Alzheimer. Secondo gli autori dello studio la sauna avrebbe insomma un effetto protettivo sia sul cuore che sulla memoria grazie a dei meccanismi condivisi ma ancora in gran parte inesplorati. "E anche il senso di benessere e di relax che la sauna regala possono giocare un ruolo in questo senso".

Altre Notizie