Mercoledì, 19 Giugno, 2019

Inter, che affondi di Shaqiri all'Inter!

Inter, che affondi di Shaqiri all'Inter! Inter, che affondi di Shaqiri all'Inter!
Cacciopini Corbiniano | 21 Dicembre, 2016, 05:15

Una volta durante un allenamento avrò battuto 200 calci d'angolo sia da destra che da sinistra per almeno due ore, non avevo mai provato niente di simile.

Poi, però, arrivano le dure frecciatine al club nerazzurro: "Ad essere sincero le infrastrutture dell'Inter erano vergognose". "In Italia lo stile di vita era geniale, sono stati quasi i sei mesi migliori della mia vita". Xherdan Shaqiri, ad oltre un anno di distanza dal suo addio alla Milano nerazzurra, torna a parlare del suo passato interista in un'intervista concessa a 'Sporx.com' e non usa parole dolcissime: "In estate, prima di andare all'Inter, avevo ricevuto offerte dal Liverpool e dall'Atletico Madrid". Difficile esaltare le mie caratteristiche, anche se con Mancini non ho mai avuto problemi. Il centro di allenamento era a Como, vicinissimo alla Svizzera. E' un vero peccato che un club così prestigioso non riesca ad investire su questo aspetto del calcio. "In Inghilterra ho trovato strutture molto più sviluppate e maggiore professionalità". "In Inghilterra, invece, può grandinare e riusciamo comunque ad allenarci su un tappeto, curato ogni giorno con passione da tanti dipendenti". Mancini cambiava la formazione ogni settimana e non c'era modo di abituarsi, fece lo stesso pure al Manchester City e al Galatasaray. Ma è pur vero che al giocatore svizzero si chiese qualità e quantità, contando anche giocando sulla voglia di riscatto del giocatore che al Monaco non aveva più spazio. Ma forse dovevo informarmi maggiormente sull'ambiente. Molto lento ed enormemente influenzato dalle tattiche. "Da bambino mi piaceva il Dortmund perché ci giocava Tomas Rosicky, mi piaceva il Bayern perchè c'era Giovane Elber".

Altre Notizie