Domenica, 15 Dicembre, 2019

Inps, 121 milioni voucher venduti nei primi 10 mesi 2016: +32,3%

Inps 121 milioni voucher venduti nei primi 10 mesi 2016 +32,3 Inps, 121 milioni voucher venduti nei primi 10 mesi 2016: +32,3%
Evangelisti Maggiorino | 19 Dicembre, 2016, 19:20

Secondo l'osservatorio Inps, nei primi 10 mesi del 2016 sono stati stipulati più di 1.370.320 contratti di lavoro a tempo indeterminato, comprese le trasformazioni, mentre le cessazioni sono state 1.308.680, per un saldo positivo di 61.640 unità.

Nei primi 10 mesi del 2016 le assunzioni a tempo indeterminato nel settore privato sono diminuite del 32% (-492 mila) rispetto allo stesso periodo del 2015. E i numeri del 2016 sono peggiori anche rispetto a quelli di gennaio-ottobre 2014 (+101.255 stabili). In particolare, rispetto all'analogo periodo del 2015, le assunzioni in apprendistato aumentano di 38.000 unità (+24,5%).I contratti stagionali registrano invece una riduzione del 7%. In flessione invece del 7% i contratti stagionali. "Al precedente esecutivo, infatti, conveniva che i lavoratori precari pagati con i voucher rientrassero a tutti gli effetti all'interno delle statistiche delle persone occupate, anche se lavoravano soltanto per un'ora alla settimana". Motivo evidente: la riduzione, prevista appunto nel jobs act, degli incentivi statali alle imprese che effettuano assunzioni stabili, e, al tempo stesso, l'incremento ulteriore del ricorso dei datori di lavoro ai voucher, cioè dei buoni per il pagamento delle prestazioni di lavoro accessorio, del valore nominale di 10 euro. Analizzando le cessazioni per tipologia, i licenziamenti complessivi relativi a rapporti di lavoro a tempo indeterminato, pari a 507.000, risultano variati in modesto aumento rispetto al 2015 (490.000) e in diminuzione rispetto al 2014 (514.000).

Quanto alla composizione dei nuovi rapporti di lavoro in base alla retribuzione mensile, si registra, per le assunzioni a tempo indeterminato intervenute nei primi dieci mesi del 2016, una riduzione della quota di retribuzioni inferiori a 1.750 euro rispetto a quanto osservato per il corrispondente periodo 2015. Da gennaio 2016 sono aumentati del 32,3%: ne sono stati venduti 121,5 milioni, mentre nello stesso periodo del 2015 la loro crescita, rispetto al 2014, era stata pari al 67,6%. Nei primi dieci mesi del 2016 le assunzioni con esonero contributivo biennale sono state pari a 323.000, le trasformazioni di rapporti a termine che beneficiano del medesimo incentivo ammontano a 117.000, per un totale di 440.000 rapporti di lavoro agevolati.

Altre Notizie