Giovedi, 18 Luglio, 2019

Aleppo nel caos, Mosca: evacuazione conclusa. Croce Rossa: solo sospesa

Siria. Ad Aleppo crimini di guerra Aleppo nel caos, Mosca: evacuazione conclusa. Croce Rossa: solo sospesa
Evangelisti Maggiorino | 18 Dicembre, 2016, 23:59

Lo hanno riferito fonti di intelligence turche e capi dei ribelli siriani all'agenzia Anadolou.Il nuovo accordo per evacuare l'ultimo settore che i ribelli ancora controllano ad Aleppo e' stato raggiunto dopo il fallimento di un'iniziativa simile alla vigilia.

L'evacuazione era cominciata ieri mattina, dopo lunghe trattative tra la Russia e i ribelli siriani. Riferendosi ad Aleppo, il giornalista Ben Hubbard ha scritto sul New York Times: "Non è la prima vittoria che Assad si è garantito con una forza molto superiore nel conflitto siriano, ma il suo assoggettamento di Aleppo orientale ha risuonato in tutto il Medio Oriente e oltre, ha fatto vibrare le alleanze, ha provato l'efficacia della violenza ed evidenziato la riluttanza di molti paesi, tra i quali gli Stati Uniti, di farsi coinvolgere". Il Comitato internazionale della Croce rossa (Cicr) dice che 4.000 civili sono usciti dalla città.

Durante la conferenza di fine anno tenuta venerdì sera, Barack Obama ha detto che la guerra in Siria - iniziata quasi sei anni fa - è stata una delle questioni più difficili che ha dovuto affrontare durante gli anni della sua presidenza, ma ha anche difeso la sua scelta di non essere intervenuto in maniera più massiccia.

Secondo una pubblicazione legata ad movimento sciita libanese Hezbollah, che da' appoggio a Damasco, ci sono stati "enormi complicazioni", ma "gli intensi contatti tra le parti hanno portato a ri-consolidare una tregua perche' i ribelli armati abbandonino i settore orientale nelle prossime ore".

I russi dichiarano che l'evacuazione dei miliziani e dei loro familiari da Aleppo prosegue. Oggi un accordo per portare aiuto anche agli abitanti di queste due località, e far ripartire quindi l'evacuazione di Aleppo est, è stato annunciato da un portavoce di Ahrar al Sham, un altro gruppo ribelle fondamentalista. Il regime si è ripreso il controllo di questi territori usando la forza militare, grazie soprattutto alle milizie sciite sostenute dall'Iran che hanno guidato le operazioni.

Altre Notizie